• Italia
  • mercoledì 8 novembre 2017

Il video del giornalista picchiato mentre faceva domande su CasaPound e la mafia a Ostia

Un uomo ha rotto il naso con una testata a Daniele Piervincenzi, che stava girando un servizio per il programma Nemo di RaiDue

Daniele Piervincenzi con il naso sanguinante dopo essere stato aggredito (Rai)

Una troupe del programma Nemo di RaiDue è stata aggredita martedì mentre stava girando un servizio a Ostia sul cosiddetto “clan Spada”. Il giornalista Daniele Piervincenzi e il suo cameraman sono stati aggrediti da Roberto Spada, fratello di Carmine Spada, condannato in primo grado nel giugno 2016 per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. La pagina Facebook di Nemo ha pubblicato il video dell’aggressione, che lo stesso Spada ha ammesso di aver commesso in un post su Facebook.

OSTIA, AGGRESSIONE AGLI INVIATI DI NEMO

OSTIA, AGGRESSIONE AGLI INVIATI DI NEMOIl nostro inviato Daniele Piervincenzi e il filmmaker Edoardo Anselmi sono stati violentemente aggrediti a Ostia da Roberto Spada, membro della famiglia Spada, nota alle cronache per diverse inchieste giudiziarie, e da un'altra persona.Stavano realizzando un servizio sul voto nel X municipio. Piervincenzi è andato davanti alla palestra gestita da Roberto Spada per chiedergli un commento sul suo sostegno a Casapound, adesione dichiarata sul suo profilo Facebook qualche giorno prima delle elezioni.Piervincenzi ha il setto nasale rotto e una prognosi di 30 giorni. Il servizio che mostra l’aggressione di cui Piervincenzi e Anselmi sono stati vittima andrà in onda domani sera su Rai2 alle 21.20.

Posted by Nemo – nessuno escluso on Mittwoch, 8. November 2017

 

Membri e alleati della famiglia Spada sono stati condannati per tre volte e sempre con l’aggravante del metodo mafioso. Oltre alla condanna per Carmine Spada nel 2016, altri componenti della famiglia sono stati condannati nel 2017 per estorsione e corruzione.

Al momento dell’aggressione, Piervincenzi stava intervistando Spada sull’appoggio che quest’ultimo ha dato a Luca Marsella, candidato di CasaPound alle elezioni per il municipio di Ostia che si sono svolte domenica scorsa. Marsella ha ottenuto il 9 per cento dei voti, un risultato storico visto che alle ultime elezioni aveva ottenuto l’1,85 per cento. Marsella, scrive Repubblica, «non ha mai preso le distanze né da Roberto Spada, né dal sostegno del clan, confermando di conoscere l’esponente dell’omonima famiglia fin dall’infanzia». Diversi giornali hanno scritto che domenica dei seggi erano presidiati da membri di CasaPound e amici e componenti della famiglia Spada.

Mostra commenti ( )