• Mondo
  • venerdì 15 settembre 2017

L’ISIS ha rivendicato l’attentato a Londra

Stamattina una bomba rudimentale è esplosa in un treno alla stazione di Parsons Green: ci sono 22 feriti, nessuno grave

(ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)

Venerdì mattina una bomba rudimentale è esplosa in un vagone di un treno alla stazione della metropolitana di Parsons Green, a sud ovest del centro di Londra, causando una fiammata e almeno 22 feriti. La polizia di Londra ha detto che sta trattando l’esplosione, avvenuta intorno alle 8.20 (le 9.20 in Italia), come un attentato terroristico. Diverse ore dopo l’esplosione, lo Stato Islamico (o ISIS) l’ha rivendicata attraverso la propria agenzia stampa semi-ufficiale, Amaq. Al momento non è stato compiuto nessun arresto in relazione all’attentato: il sindaco di Londra Sadiq Khan ha detto alla radio LBC che la ricerca del sospettato o dei sospettati è in corso.

Già nelle ore successive all’attentato sono circolate online delle foto e un video che mostrano la bomba: nel video si vede una borsa della spesa parzialmente infuocata con dentro un secchiello e alcuni cavi. Sia Sky News sia BBC hanno detto che fonti della polizia dicono che la bomba era collegata a un timer. Fonti interne alla polizia citate dai principali giornali britannici dicono che la bomba non ha funzionato completamente, e l’esplosione è stata ridotta. Nelle foto diffuse dalle agenzie non si vedono infatti grossi danni al treno.

I testimoni hanno raccontato di aver sentito prima un botto, e poi di avere visto fuoco e fumo svilupparsi nel vagone. Alcune persone sono state ferite per la fiammata, e altre mentre cercavano di uscire dalla stazione: nei primi momenti dopo l’esplosione, infatti, c’è stata una grande ressa e molto panico. I testimoni hanno raccontato di avere visto alcune persone ustionate, sul volto o in altre parti del corpo, e altre con tagli e graffi.

Nel primo pomeriggio la prima ministra britannica Theresa May ha partecipato a una riunione del comitato d’emergenza COBRA (un organo composto da ministri e alti funzionari che si riunisce in situazioni di crisi). Ore dopo, May ha deciso di aumentare il livello di allerta a “critical”, il massimo della scala, che indica che un attacco può essere imminente.

L’ultimo attentato terroristico avvenuto a Londra risale allo scorso 26 giugno, quando un furgone aveva investito dei pedoni vicino alla moschea di Finsbury Park, nel nord della città. Un uomo era stato ucciso, e altre nove persone erano state ferite. All’inizio di giugno, tre terroristi avevano ucciso nove persone e ne avevano ferite 48 investendo i pedoni sul London Bridge e accoltellando dei passanti al Borough Market.

Mostra commenti ( )