canada-marijuana
  • Mondo
  • venerdì 14 aprile 2017

Sappiamo qualcosa in più della legalizzazione della marijuana in Canada

Se ne potranno possedere fino a 30 grammi a testa, e le province avranno delle autonomie nella regolamentazione della vendita e del consumo

canada-marijuana
(LARS HAGBERG/AFP/Getty Images)

Il 13 aprile sono stati comunicati i dettagli sulla legge con cui il Partito Liberale canadese del primo ministro Justin Trudeau intende legalizzare la marijuana, come promesso durante la campagna elettorale del 2015. Sono state presentate due proposte di legge: una per regolamentare l’uso ricreativo, la vendita e la coltivazione della marijuana, l’altra per rendere più severe le misure contro la guida sotto l’effetto della marijuana. Se la legge dovesse passare il Canada diventerebbe la seconda nazione al mondo (e la più grande) a legalizzare completamente il consumo di marijuana, dopo l’Uruguay.

La legge sulla marijuana permetterà ai canadesi di più di 18 anni di possedere fino a 30 grammi di marijuana: alle singole province del Canada sarà comunque permesso di alzare il limite di età. Ogni canadese potrà poi coltivare fino a quattro piante, e detenere fino a 30 grammi di marijuana. La proposta di legge è il risultato dei lavori di un’apposita commissione nominata dal governo e presieduta dall’ex ministra per la giustizia Anne McLellan. Sono state anche previste multe e pene più severe per chi dovesse vendere marijuana a minorenni, e la polizia avrà il diritto di fare test della saliva a ogni autista sospettato di aver fumato marijuana.

A occuparsi concretamente della bozza è stato Bill Blair, ex capo della polizia di Toronto. Blair ha detto che «i divieti e la criminalizzazione hanno  fallito nel proteggere i nostri bambini e le nostre comunità». Blair ha detto di aspettarsi l’inizio della vendita legale di marijuana per la metà del 2018. Non è però ancora chiaro quanto costerebbe nel caso la marijuana, come verrebbe tassata e dove ne sarebbe consentito l’uso. Si sa però che le licenze per i produttori saranno rilasciate dal governo federale, mentre le singole province si occuperanno della distribuzione e della vendita al dettaglio.

Come ha spiegato Vox, la legge sembra avere buone possibilità di essere approvata. Il Partito Liberale ha infatti il supporto del New Democratic Party, un partito di sinistra che nelle ultime settimane aveva anzi accusato Trudeau di aver abbandonato la promessa di legalizzare la marijuana. La legge sembra avere ottimi numeri alla House of Commons, la Camera dei comuni, ma potrebbe avere qualche problema in più al Senato.

Mostra commenti ( )