• Auto
  • 19 dicembre 2016

Com’è fatta la Fiat Chrysler che si guida da sola

Sono state realizzate con Google e per ora sono 100: saranno sperimentate su strada dal 2017 e potrebbero far parte di un servizio di car sharing

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha terminato la produzione dei suoi primi 100 minivan Pacifica che si guidano da soli, grazie alle tecnologie sviluppate in questi anni da Google. Le nuove automobili entreranno in servizio nei primi mesi del 2017, funzionano con un motore ibrido (elettrico e benzina) e serviranno per testare su strada i sistemi di guida automatica. La collaborazione tra FCA e Google era stata annunciata la scorsa primavera: con toni piuttosto enfatici da parte della stampa italiana, tanto da spingere le due aziende a chiarire meglio l’entità dell’accordo, per ora indirizzato a sperimentazioni con una flotta di solo un centinaio di veicoli.

Gli ingegneri e i tecnici di FCA hanno lavorato con quelli di Google per modificare buona parte delle caratteristiche dei minivan Pacifica. I cambiamenti hanno interessato sia le parti strutturali del veicolo sia l’aggiunta di nuove strumentazioni come il vistoso set di sensori applicati sul tettuccio dell’automobile. I sensori permettono ai sistemi di bordo di “vedere” le cose che hanno intorno, compresi gli altri veicoli, i pedoni, la segnaletica orizzontale e quella verticale, a partire dai semafori. Nei mesi scorsi alcuni prototipi sono stati sperimentati sui circuiti di prova di FCA in Arizona e in quelli di Google in California. Le prove su strada dei prossimi mesi saranno condotte in California, Arizona, Texas e nello stato di Washington.

La settimana scorsa Alphabet, la holding fondata nel 2015 e che ha la proprietà di Google, ha annunciato la separazione delle attività di ricerca e sviluppo sulle automobili che si guidano da sole dal resto di Google. È stata quindi costituita una nuova azienda che si chiama Waymo, che ha tra i principali obiettivi l’attivazione di collaborazioni con i più grandi produttori di automobili per vendere in licenza le sue tecnologie di guida automatica.

I piani di FCA e Waymo non sono stati ancora spiegati completamente, ma si parla di una possibile collaborazione per l’avvio di un servizio di car-sharing con automobili che si guidano da sole nelle principali città statunitensi. Un primo progetto di prova potrebbe essere avviato già l’anno prossimo, ma per ora non ci sono notizie ufficiali in merito. Il servizio di automobili con autista Uber, intanto, da qualche settimana ha avviato la sperimentazione di una nuova flotta di auto che si guidano da sole, e che possono essere prenotate attraverso un’applicazione come le classiche corse con autista. Per ora le Uber a guida automatica sono disponibili a San Francisco e a Pittsburgh. Trattandosi di una fase sperimentale, a bordo dei veicoli c’è comunque un autista che può intervenire nel caso di anomalie.

Mostra commenti ( )