• Cultura
  • venerdì 18 dicembre 2015

Una biblioteca modello nei Paesi Bassi

È una grande piramide trasparente con i libri visibili dall'esterno, progettata con materiale riciclabile e senza aria condizionata

© Daria Scagliola & Stijn Brakkee

La biblioteca comunale di Spijkenisse, una piccola città olandese vicino a Rotterdam, è stata aperta nel 2012 e da allora è considerata da molti un modello sia dal punto di vista architettonico che di sostenibilità ambientale. La biblioteca – conosciuta anche come “Montagna di libri” – occupa una superficie di 9.300 metri quadri. L’edificio è composto all’esterno da una grossa struttura in vetro piramidale sostenuta dai tipici mattoni rossi olandesi: in questo modo anche chi si trova fuori può guardare i libri conservati all’interno. La forma “a capanna” della struttura si inserisce armoniosamente nel panorama di Spijkenisse e ricorda i fienili e le fattorie olandesi: in passato infatti l’economia della città era basata esclusivamente sull’agricoltura. All’interno i libri sono distribuiti su cinque piani di scaffali, collegati tra loro da scale e terrazze interne lungo un percorso a spirale di circa 480 metri, che scala la struttura fino all’ultimo piano, dove si trova una caffetteria.

La Montagna di libri si trova al centro della città, vicino alla piazza del mercato. È stata progettata dallo studio di architetti olandese MVRDV all’interno di un più ampio progetto di riqualificazione del centro storico di Spijkenisse. Gli architetti dello studio di Rotterdam spiegano che la biblioteca «è progettata come un invito alla lettura: la sua visibilità e la sua presenza hanno un grande significato per una comunità col dieci per cento di analfabetismo. Attraverso la cupola di vetro, i libri sono visibili da tutti i lati; osservata dalla vicina piazza del mercato sembra una montagna di libri». Gli architetti hanno prestato molta attenzione all’ambiente nel progettarla: le scaffalature sono realizzate con vasi riciclati, per essere allo stesso tempo resistenti al fuoco ed economiche, e sono riciclati anche i mattoni, il legno e il vetro utilizzati. La biblioteca non ha aria condizionata: in estate l’ambiente è rinfrescato da un sistema di aerazione naturale mentre d’inverno il riscaldamento si diffonde dal pavimento attraverso un sistema innovativo. Oltre alla biblioteca, l’edificio ospita un centro di educazione ambientale, un club di scacchi, un auditorium, sale riunioni, uffici commerciali e negozi.

Mostra commenti ( )