• Mondo
  • domenica 15 marzo 2015

Elton John vuole boicottare Dolce & Gabbana

Lo ha scritto su Instagram, dopo che Domenico Dolce aveva detto di non credere alle "famiglie" omosessuali in un'intervista

Il famoso cantante inglese Elton John ha scritto un post su Instagram in cui ha criticato quello che gli stilisti italiani Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno detto riguardo alle adozioni da parte delle coppie omosessuali in un’intervista pubblicata sul numero della rivista Panorama uscito il 12 marzo. John ha scritto:

Come osate chiamare i miei bellissimi bambini “sintetici”. E vergognatevi di alzare le vostre piccole dita per giudicare la FIVET [la tecnica di fecondazione assistita che prevede la fecondazione dell’ovulo fuori dal corpo della donna e il successivo trasferimento dell’embrione nell’utero] – un miracolo che ha permesso a una moltitudine di persone amorevoli, sia etero che gay, di realizzare il proprio sogno di avere dei figli. Le vostre idee arcaiche non sono al passo coi tempi, esattamente come i vostri vestiti. Non vestirò mai più Dolce & Gabbana. #BoycottDolceGabbana

Dolce e Gabbana sono tra gli stilisti italiani più famosi nel mondo: sono entrambi omosessuali, e in passato per circa venti anni hanno avuto una relazione sentimentale. Elton John e il suo compagno David Furnish sono sposati dal 2014, ma già nel 2005 avevano stipulato un contratto di unione civile. Hanno due figli, Zachary e Elijah, concepiti con la fecondazione assistita. L’intervista di Dolce e Gabbana è stata molto ripresa e commentata dai siti e giornali italiani e internazionali nei giorni scorsi. In un passaggio, secondo quanto ha scritto l’edizione italiana dello Huffington Post, Dolce aveva detto:

Non l’abbiamo inventata mica noi la famiglia. L’ha resa icona la Sacra famiglia, ma non c’è religione, non c’è stato sociale che tenga: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre. Procreare deve essere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni.

Sempre Dolce poi, rispondendo alla domanda se desiderasse avere figli, ha detto: «Sono gay, non posso avere un figlio. Credo che non si possa avere tutto dalla vita, se non c’è vuol dire che non ci deve essere. È anche bello privarsi di qualcosa. La vita ha un suo percorso naturale, ci sono cose che non vanno modificate. E una di queste è la famiglia.» Le dichiarazioni di Dolce sono state molto criticate da siti e associazioni che sostengono i diritti delle coppie omosessuali: ne ha parlato tra gli altri The Advocate, una delle più importanti riviste al mondo tra quelle rivolte a un pubblico LGBT. Nei giorni scorsi si è riparlato anche di un’intervista data dai due stilisti nel 2005 alla rivista Vanity Fair, in cui entrambi avevano parlato della loro volontà di diventare genitori. Dolce, secondo quanto scrisse Repubblicaaveva detto che avrebbe voluto adottare un figlio da solo, mentre Gabbana aveva sostenuto che un bambino deve crescere con una madre, e aveva detto quindi di considerare la possibilità di ricorrere alla fecondazione assistita e crescere un bambino con una donna.

Lunedì Stefano Gabbana ha risposto alle accuse di Elton John in un’intervista al Corriere della Sera.

Dopo quell’intervista vi aspettavate qualche reazione? 
«È successa una cosa strana: l’intervista non l’ha letta nessuno perché altrimenti basterebbe leggerla in buona fede per vedere che non c’è nulla dietro questo baccano. Semplicemente, viene usata come pretesto per metterci in bocca cose che non abbiamo detto. Noi siamo per la libertà: ognuno faccia le scelte che vuole. Domenico ha delle idee, ha fatto delle scelte. Elton John ne ha fatte altre. Scelte diverse, vite diverse. Stesso rispetto. Però vedo che ci sono, specialmente in Rete, anche i gay omofobi: quelli che offendono altri gay che esprimono idee diverse».
Alla domanda «Avreste voluto essere padri?» lei ha risposto «Sì, io un figlio lo farei subito», Domenico invece «Sono gay, non posso avere un figlio». 
«Ecco, è tutto qui. Domenico ha detto che preferirebbe la famiglia classica, è la sua opinione. Non è a suo agio con la fecondazione assistita, è il suo imprinting tradizionale siciliano. Io la vedo diversamente da lui. Nel rispetto reciproco».

Foto: Elton John, David Furnish e loro figlio Zachary nel 2012. (Larry Busacca/Getty Images for EJAF)

Mostra commenti ( )