• Mondo
  • sabato 21 luglio 2012

Il giorno dopo ad Aurora

La polizia studia come entrare nell'appartamento di Holmes, che sembra pieno di trappole esplosive, e intanto si scopre che il ragazzo pianificava la strage da mesi

La polizia del Colorado e l’FBI stanno pianificando come entrare nell’appartamento di James Holmes, il ragazzo di 24 anni che venerdì ha ucciso 12 persone e ne ha ferite altre 58 (11 sono ancora in ospedale, in condizioni critiche) durante una sparatoria in un cinema ad Aurora, in Colorado. L’appartamento è stato riempito di quelle che sembrano trappole esplosive. “Non ho mai visto nulla di simile a quello che mostrano le foto dell’appartamento”, ha detto ieri sera Dan Oats, capo della polizia di Aurora.

I tentativi di entrare sono stati rimandati ad oggi (il Colorado è otto ore indietro rispetto al nostro fuso orario) quando gli artificieri del Colorado riceveranno aiuto dai tecnici dell’FBI. Nel frattempo l’intera costruzione è stata evacuata insieme ad altri quattro edifici nelle vicinanze.

James Holmes, durante gli interrogatori, aveva invitato i poliziotti a ispezionare il suo appartamento. Venerdì mattina uomini dell’FBI e della polizia locale si sono avvicinati a una delle finestre dell’appartamento di Holmes su un carro dei pompieri. Hanno rotto una finestra e scattato alcune foto dell’interno: le immagini mostravano alcune bottiglie per bibite gassate riempite di un liquido sconosciuto e collegate a diversi fili sparsi per tutto l’appartamento.

Intanto continuano ad arrivare informazioni sull’identità del ragazzo che ha sparato, James Eagan Holmes, di 24 anni. Il Denver Post inizia il profilo che gli ha dedicato raccontando che “non era un tipo che avesse mai attirato l’attenzione su di sé”. Alcune persone che lo conoscevano lo hanno descritto come una persona intelligente ma molto riservata, che non ha mai stretto amicizia nemmeno con i suoi vicini di corridoio. TMZ ha scoperto che un uomo con il suo nome – la foto e le informazioni personali coincidono – aveva creato pochi giorni fa un profilo in un sito di incontri per adulti.

Holmes si era laureato in neuroscienze con il massimo dei voti all’Università della California a Riverside, nel 2010, ma non aveva partecipato poi alla cerimonia di consegna del diploma. Holmes era cresciuto a San Diego e si era diplomato alla Westview High School nel 2006. Dopo essersi laureato, Holmes aveva trovato un lavoro part-time in un McDonald’s di San Diego. Si trasferì in Colorado nel maggio 2011 dove cominciò a frequentare un corso di specializzazione in neuroscienze, ma il mese scorso aveva avviato le pratiche per ritirarsi.

A proposito della preparazione della strage, la polizia di Aurora ha detto che Holmes aveva comprato legalmente quattro armi e circa 6.000 proiettili. Il capo della polizia Dan Oates ha detto che Holmes, che non ha opposto resistenza quando è stato arrestato fuori dal cinema pochi minuti dopo la sparatoria, ha agito da solo.

Oates non ha dichiarato se Holmes ha fornito un movente per la strage e si è rifiutato di rispondere alle domande in proposito. Diverse informazioni lasciano immaginare che la pianificazione dell’attacco sia stata metodica e che risalga a diversi mesi fa, probabilmente al momento in cui Holmes decise di abbandonare il corso di specializzazione in medicina all’Università del Colorado. In maggio Holmes cominciò ad acquistare le armi e ad ammassare le varie protezioni per il corpo che indossava durante la sparatoria: un elmetto balistico, un corpetto e pantaloni antiproiettile, protezioni per la gola e l’inguine, una maschera antigas e guanti tattici neri.

foto: Cooper/Getty Images

Mostra commenti ( )