obama_gay

Obama appoggia il matrimonio gay

In una dichiarazione storica il presidente degli Stati Uniti ha detto che "le persone dello stesso sesso devono avere la possibilità di sposarsi"

Durante un’intervista registrata per la rete ABC news, il presidente Barack Obama ha dichiarato il suo sostegno al matrimonio omosessuale dicendo «credo che le coppie dello stesso sesso dovrebbero avere la possibilità di sposarsi». Obama non aveva fino ad ora preso posizione in modo chiaro sulla questione, ed è il primo presidente della storia degli Stati Uniti a dichiararsi favorevole alle nozze tra persone dello stesso sesso.

Durante l’intervista Obama ha spiegato: «Nel corso degli anni ho potuto parlare e conoscere gente del mio staff con un partner dello stesso sesso, che ha cresciuto anche dei figli. Quando penso ai nostri soldati, ai nostri aviatori, ai nostri marinai che hanno dovuto lottare tanto per i loro diritti…sì, a un certo punto ho capito che per me è importante andare avanti e dichiarare che le coppie dello stesso sesso hanno il diritto di sposarsi».

Il presidente ha anche fatto riferimento alle sue due figlie «che hanno amici i cui genitori sono una coppia dello stesso sesso» e ha aggiunto che sia per lui che per la moglie, come cristiani praticanti, «ciò che più profondamente conta è come trattare le altre persone (…) trattare gli altri come vorremmo che gli altri trattassero noi: è quello che cerchiamo di trasmettere ai nostri figli ed è quello che mi motiva come presidente».

Secondo alcuni sondaggi Post-ABC, gli americani che vogliono legalizzare il matrimonio gay sono cresciuti passando dal 43 al 52 per cento e la questione sembra essere diventata uno degli argomenti centrali della campagna elettorale per le presidenziali. Ma le affermazioni fatte stasera da Obama avranno più un valore simbolico che di impatto a livello politico. La maggior parte dei provvedimenti sull’argomento viene infatti presa all’interno dei singoli stati membri e una proposta più ampia verrebbe molto probabilmente bloccata dai repubblicani al Congresso.

- Obama e il matrimonio gay

Domenica scorsa, quando il vicepresidente americano Joe Biden aveva detto durante il programma televisivo “Meet the Press” che le coppie dello stesso sesso dovrebbero avere il diritto di sposarsi, il Washington Post aveva sostenuto che le dichiarazioni non fossero state ben accolte da Barack Obama che su questo argomento è stato sempre molto cauto. Il presidente aveva recentemente spiegato che il suo punto di vista sull’argomento era “in evoluzione”, espressione molto prudente che era stata anche molto criticata.

Quando però gli elettori del North Carolina hanno approvato ieri l’inserimento di un emendamento nella costituzione dello stato che limita l’accesso all’istituto giuridico del matrimonio soltanto alle coppie formate da un uomo e una donna, Obama (che già si era opposto al referendum) si è detto “deluso” dal suo risultato.

Oggi il presidente degli Stati Uniti ha deciso di chiarire la propria posizione. L’intervista, che andrà in onda domattina durante il programma “Good morning America”, sarà in parte anticipata nel programma serale della giornalista Diane Sawyer, e viene mostrata in queste ore negli spezzoni dedicati al matrimonio gay.