10 link su Charles Dickens

Guida rapida per leggersi tutti i romanzi, o almeno sostenere una dignitosa conversazione da bicentenario con l'aiuto di Matt Damon, Christopher Hitchens e South Park

Charles Dickens nacque esattamente duecento anni fa, il 7 febbraio 1812 a Portsmouth in Inghilterra. Dopo divenne un valido giornalista e editore, ma soprattutto uno dei più famosi romanzieri inglesi di sempre e il più grande scrittore dell’era Vittoriana. Le sue opere – Il circolo Pickwick, Oliver Twist, Tempi difficili, David Copperfield, Casa desolata, Grandi speranze – sono state tradotte in tutto il mondo e hanno ispirato numerosi film. Mentre il suo primo romanzo, Il circolo Pickwick, è un’opera dalla forte vena umoristica che fornisce un ritratto dell’Inghilterra tutto sommato benevolo, negli anni e nelle opere successive Dickens diventò sempre più critico nei confronti della povertà e della stratificazione sociale creati dal Vittorianesimo e dall’industrializzazione. Ne nacque il cosiddetto romanzo sociale, che si concentrava sui ceti economicamente svantaggiati e che denunciava l’ipocrisia, i soprusi e i pregiudizi nei loro confronti. In questo senso, Oliver Twist è una delle opere più famose, con le sue descrizioni della miseria e del crimine della Londra dell’Ottocento.

Un’altra caratteristica importante della produzione narrativa di Dickens, oltre ai personaggi apparentemente vuoti e privi di sentimenti (e per questo definiti “burattini”), erano i romanzi a puntate, cosa per la quale è stato spesso disprezzato come “scrittore da feuilleton”. A differenza di molti suoi colleghi, Dickens non scriveva i romanzi in anticipo, ma ne decideva la trama di puntata in puntata, anche a seconda della reazione del pubblico, inventando così nuove situazioni in brevissimo tempo per lo stupore degli altri scrittori. Tra le altre cose, il personaggio Disney di Paperon de Paperoni è stato ispirato da una delle più famose creazioni di Dickens, ossia il tirchio Ebenezer Scrooge, protagonista del racconto Canto di Natale (A Christmas Carol).
Charles Dickens morì il 9 giugno 1870 a Gads Hill Place, in Inghilterra, per un’emorragia cerebrale.

Dieci cose da leggere/vedere per celebrare il bicentenario della nascita di Charles Dickens

1. Il racconto di Mariarosa Mancuso sul Foglio di ieri.

2. Il trailer del film Davide Copperfield (1935), diretto da George Cukor.

3. Annamaria Guarnieri e Giancarlo Giannini in uno spezzone dell’opera teatrale tratta da David Copperfield.

4. I romanzi di Dickens scaricabili gratis su LiberLiber.

5. La pagina Wikipedia su Charles Dickens.

6. Il circolo Pickwick letto da Piero Baldini su Radio3

7. Un giro virtuale nel Charles Dickens Museum di Londra (e un video di quando Clint Eastwood e Matt Damon ci girarono Hereafter)

8. Il romanzo Grandi Speranze (1860-1861) secondo South Park.

9. I bambini di Dickens, un articolo di Christopher Hitchens (in inglese).

10. Una raccolta di citazioni di Dickens.

foto: Rischgitz/Getty Images

Mostra commenti ( )