• Cultura
  • mercoledì 3 gennaio 2018

Le nuove serie tv di cui parleremo nel 2018

Da quella su Gianni Versace a quella di HBO con Amy Adams, arrivando fino a quella dei fratelli Coen per Netflix

Alcune delle nuove serie tv di cui abbiamo parlato di più nel 2017 erano per molti versi prevedibili: Twin Peaks – Il ritorno e Big Little Lies, per esempio, erano grosse produzioni con cast stellari, e intorno alle quali c’erano state grandi campagne promozionali. Altre, come The Handmaid’s Tale, hanno fatto il botto pur partendo da più in basso (in primo luogo per il network che la produceva, Hulu), mentre altre come The Deuce hanno ottenuto molti apprezzamenti della critica ma meno successo del previsto, nonostante le grandi premesse (il creatore di The Wire + James Franco + HBO).

Per le serie del 2018 sembra più difficile prevedere quali ci porteranno via ore di discussioni e quali non ci toccheranno nemmeno da lontano. A chi era piaciuta American Crime Story su OJ Simpson interesserà di sicuro la seconda stagione, sull’omicidio di Gianni Versace, che probabilmente avrà un seguito particolare in Italia. HBO farà poi uscire una serie crime con Amy Adams, mentre Netflix ne farà una con Jonah Hill e Emma Stone. Sempre Netflix, che sulla carta sembra aver preso di petto il 2018, produrrà la prima serie tv dei fratelli Coen, che sarà un western. Abbiamo raccolto le nuove serie tv – escludendo quindi quelle cominciate negli anni scorsi – che usciranno nei prossimi mesi, o almeno quelle di cui sappiamo già dire qualcosa.

The Chi
7 gennaio – Showtime

L’ha creata Lena Waithe, cioè Denise di Master of None, uno dei produttori esecutivi è il rapper Common e il protagonista è Jason Mitchell (che ha recitato in Mudbound). Parla di un gruppo di ragazzi afroamericani del South Side di Chicago, e il primo episodio si concentra sulla morte di uno di loro, accusato ingiustamente di omicidio. Non si sa ancora se verrà distribuita in Italia.

Electric Dreams
12 gennaio – Amazon Prime Video

Nel Regno Unito è uscita a settembre. È una serie antologica di dieci episodi, basati su altrettanti racconti di Philip K. Dick, tra i più importanti scrittori di fantascienza di sempre. Tra gli attori ci sono Timothy Spall, Steve Buscemi e Bryan Craston, e alla critica è piaciuta abbastanza.

The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
17 gennaio – FX

È la seconda stagione della celebrata serie su grandi casi di cronaca nera americani: la prima stagione, che aveva avuto un gran successo, raccontava il caso OJ Simpson. La seconda parla invece dell’omicidio dello stilista italiano Gianni Versace, avvenuto a Miami Beach il 15 luglio 1997. Ci sono Penelope Cruz (che fa Donatella Versace), Edgar Ramirez (che fa Gianni) e Ricky Martin (che fa Antonio D’Amico, compagno di Gianni). In Italia andrà in onda su Fox Crime dal 19 gennaio.

The Counterpart
21 gennaio – Starz

JK Simmons interpreta il dipendente di un’agenzia dell’ONU che un giorno viene introdotto a una dimensione parallela identica alla sua, creata per errore durante un esperimento nella Guerra fredda. Non si sa ancora se uscirà in Italia.

The Alienist
22 gennaio – TNT

Il produttore esecutivo è Cary Fukunaga, cioè quello della prima stagione di True Detective, il protagonista è Daniel Brühl (Goodbye, Lenin! Bastardi senza Gloria) e c’è anche Dakota Fanning. Parla di un’indagine sugli omicidi di alcuni ragazzini che si prostituiscono nella New York di fine Ottocento. Non c’è una data di uscita italiana.

Mosaic
22 gennaio – HBO

È la serie tv che è già uscita nel 2017 dentro un’app per smartphone che permetteva di guardarla dal punto di vista di un personaggio a scelta. L’ha diretta Steve Soderbergh (Traffic, Magic Mike, Che, The Knick), e parla dell’omicidio di una donna nello Utah. La versione che trasmetterà HBO non sarà interattiva. La protagonista è Sharon Stone. In Italia la trasmetterà Sky Atlantic.

Altered Carbon
2 febbraio – Netflix

È una nuova serie di fantascienza con protagonista Joel Kinnaman, famoso per l’ultima stagione di House of Cards e per Suicide Squad. È basata su un romanzo di Richard K. Morgan, e racconta di un futuro in cui la coscienza delle persone può essere digitalizzata e trasferita su un chip, per prolungare la vita oltre la morte biologica.

2 Dope Queens
2 febbraio – HBO

Phoebe Robinson, autrice di Broad City, e Jessica Williams, comica del Daily Show e protagonista del film di Netflix L’incredibile Jessica James, da un anno e mezzo hanno un podcast in cui ospitano comici e attori principalmente non uomini e non bianchi (con alcune eccezioni), per parlare di temi legati al genere, alla razza e al sesso. HBO ha prodotto quattro speciali da un’ora del podcast. È improbabile che arriverà in Italia.

Unsolved
27 febbraio – USA Network

Racconta le indagini sugli omicidi di Tupac Shakur e Notorius BIG, due tra i più importanti rapper degli anni Novanta, uccisi con modalità molto simili a sei mesi di distanza l’uno dall’altro, in circostanze ancora oggi non chiare. Non si sa quando uscirà in Italia.

Looming Tower
28 febbraio – Hulu

È ispirata all’omonimo libro di Lawrence Wright, giornalista del New Yorker, ed è prodotta dal co-sceneggiatore di Foxcatcher e dal regista di Going Clear, oltre che dallo stesso Wright. Racconta l’ascesa di Osama bin Laden, di al Qaida e della preparazione dell’attentato dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle. Tra i protagonisti c’è Jeff Daniels, e non si sa ancora quando uscirà in Italia.

The Terror
26 marzo – AMC

È prodotta da Ridley Scott e racconta la spedizione all’artico dell’esploratore Sir John Franklin, una delle più celebri e tragiche dell’Ottocento, organizzata tra il 1845 e il 1848 per trovare un passaggio a Nord Ovest, e nella quale morirono 129 persone. Il protagonista sarà Jared Harris (Lane Pryce di Mad Men), e – sì, indovinato – non c’è una data di uscita italiana.

Sharp Objects
Giugno – HBO

È ispirata all’omonimo romanzo di Gillian Flynn, autrice tra le altre cose di Gone Girl, e la protagonista sarà Amy Adams. L’ha creata Marti Noxon, cioè la produttrice di Buffy l’ammazzavampiri, e l’ha diretta Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers ClubBig Little Lies. Parla di una giornalista uscita da poco da un ospedale psichiatrico che torna nella sua città natale per indagare sulla morte di due ragazze. È probabile che sarà trasmessa in Italia da Sky Atlantic.

(HBO/Enterteinment Weekly)

Castle Rock
Ancora da annunciare – Hulu

È una serie horror ambientata nell’omonima città del Maine dove l’autore Stephen King ha ambientato molti suoi romanzi, come La zona morta Cujo. Tra i protagonisti ci sono Sissy Spacek e Bill Skarsgård, famoso per il ruolo di Pennywise nell’ultimo It. L’ha prodotta JJ Abrams, e mischierà personaggi e temi di diversi romanzi di King.

Maniac
Ancora da annunciare – Netflix

La dirigerà Cary Fukunaga e i protagonisti saranno Jonah Hill e Emma Stone, ma nel cast ci saranno anche Justin Theroux e Julia Garner. È il remake di una serie norvegese, una commedia nera ambientata in un ospedale psichiatrico, e sarà incentrata su due pazienti e sui loro bizzarri viaggi mentali.

Emma Stone e Jonah Hill agli Annual Screen Actors Guild Awards del 2017. (Richard Heathcote/Getty Images for TNT)

The First
Ancora da annunciare – Hulu e Channel 4

Ci sarà Sean Penn, e il produttore sarà Beau Willimon, cioè il creatore e showrunner di House of Cards. Parla della prima spedizione dell’uomo su Marte, sia dal punto di vista degli astronauti sia dal punto di vista delle loro famiglie.

(Ian Gavan/Getty Images)

The Ballad of Buster Scruggs
Ancora da annunciare – Netflix

È la prima serie tv dei fratelli Coen, sarà un western e consisterà in sei episodi autoconclusivi. Nel cast ci sarà tra gli altri James Franco.

The Witcher
Ancora da annunciare – Netflix

Si sa ancora poco, ma Netflix farà una serie dalla Saga di Geralt di Rivia dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski, che ha ispirato il famosissimo videogioco fantasy The Witcher. 

Mostra commenti ( )