A fine anno WhatsApp interrompe il supporto per BlackBerry e Windows Phone

WhatsApp ha annunciato che dall’inizio del 2018 la sua applicazione non sarà più supportata sui sistemi operativi di BlackBerry e su Windows Phone di Microsoft. La decisione è stata comunicata a pochi giorni dalla fine del 2017 e ha sorpreso diversi utenti, che non avranno molto tempo per cambiare i loro dispositivi se vogliono continuare a utilizzare il sistema di messaggistica. La decisione è stata assunta da WhatsApp per concentrarsi sui sistemi operativi più recenti e diffusi, abbandonando quelli ormai datati o con pochi utenti. In realtà già alla fine dello scorso anno WhatsApp aveva annunciato l’interruzione del supporto per diversi modelli di Nokia e BlackBerry, compreso il sistema BB10, che però aveva continuato poi a funzionare.

Nell’annuncio WhatsApp spiega che su questi modelli “non sarà più possibile creare un nuovo account WhatsApp, né riverificare un account esistente”:

• BlackBerry OS e BlackBerry 10 a partire dall’1 gennaio 2018;
• Windows Phone 8.0 e precedenti a partire dall’1 gennaio 2018;
• Nokia S40 dall’1 gennaio 2019;
• Android versioni 2.3.7 e precedenti dal 2 febbraio 2020.

La fine del supporto non implica che dal prossimo primo gennaio l’applicazione smetta di funzionare, ma che WhatsApp non pubblicherà più aggiornamenti per loro e potrebbe via via ridurre le funzionalità o alcune potrebbero smettere di funzionare.

I proprietari di BlackBerry dovranno quindi passare a un modello più recente, che utilizzi Android. I proprietari di Windows Phone 10 non dovrebbero avere particolari problemi e riceveranno ancora aggiornamenti, ma è probabile che in futuro il supporto sia interrotto anche per loro, considerato che Microsoft non fornisce più sviluppi per quel sistema operativo.

(AP Photo)