Vignette di orsi, koala e dinosauri in cui riconoscersi

Sono quelle disegnate dalla famosa illustratrice Liz Climo, appena pubblicate in un libro

Una pagina dal libro Il piccolo mondo di Liz Climo (Becco Giallo, Liz Climo)

È uscito da poco in Italia Il piccolo mondo di Liz Climo, un libro di 150 pagine pubblicato da Becco Giallo in cui sono state raccolte le tavole della fumettista statunitense Liz Climo. I protagonisti delle pagine sono dinosauri, orsi, conigli e altri animali parlanti buffi e dotati di un grande senso dell’umorismo, che Liz Climo ha iniziato a pubblicare sul suo blog dal 2011.

Bryan Konietzko, sceneggiatore e amico di Climo, ha scritto la prefazione al libro:

Liz Climo è una delle amiche più divertenti che ho. Il tipo di amica divertente che mi ha fatto sempre venir voglia di poter imbottigliare la sua particolare marca di umorismo e condividerla con il resto del mondo.

Climo vive a Los Angeles e lavora nella serie dei Simpson dal 2003, come disegnatrice dei personaggi e revisore degli storyboard. Nella sua introduzione in Il piccolo mondo di Liz Climo racconta che da bambina stava molto per conto suo, leggeva tanto e su incoraggiamento della madre scriveva e disegnava le sue storie (che si leggevano sfogliando le pagine da destra a sinistra perché Climo è mancina e le risultava più semplice così).

Racconta anche di come si sia sentita fortunata e al tempo stesso intimorita dopo essere entrata in contatto con artisti di grande talento, soprattutto lavorando per la serie dei Simpson: ci fu un momento, spiega, in cui era diventata brava a disegnare i personaggi della serie, ma anche terrorizzata dal fare altro, preoccupata che i suoi colleghi potessero trovare ridicoli i suoi disegni troppo minimali. Un ruolo importante per sbloccare questa situazione lo ha avuto il marito di Climo, che l’ha incoraggiata nel suo lavoro personale e convinta a pubblicare le tavole online nel 2011.
Climo ha spiegato così cosa significano per lei quei personaggi:

«Mentre continuavo a disegnare altre strisce, le personalità dei miei personaggi cominciarono a rispecchiare quelle della mia vita di tutti i giorni. I dinosauri diventarono i miei amici che giocavano con i loro bambini. Mamma bradipo e koala diventarono la mia mamma, così come mi avrebbe parlato quando ero bambina. L’orso goffo diventò me, il coniglio sarcastico diventò mio marito, e i personaggi maltrattati dai bulli rappresentarono i miei ricordi di quando venivo presa in giro a scuola. Cominciai a innamorarmi dei miei personaggi perché rappresentavano tutto ciò che mi era caro nella vita».

Mostra commenti ( )