Short Edition
  • Cultura
  • giovedì 26 novembre 2015

In Francia ci sono i primi distributori automatici di storie brevi

Si trovano nel centro di Grenoble e stampano gratuitamente racconti e poesie che si possono leggere in 1, 3 o 5 minuti

Short Edition
Un distributore automatico di racconti a Grenoble (Short Édition)

A Grenoble, nel sud della Francia, sono stati installati i primi otto distributori automatici di storie. L’idea è della casa editrice online Short Édition, che ha collaborato per realizzarla con il comune della città. Il direttore Christophe Sibieude, che ha inventato il progetto insieme a Quentin Peplé, ha spiegato che «L’idea ci è venuta davanti a un distributore automatico pieno di barrette di cioccolato e bevande. Ci siamo detti che avremmo potuto fare la stessa cosa con la letteratura popolare di qualità che avrebbe aiutato a riempire i piccoli istanti non produttivi».

Basta selezionare il tempo di lettura della storia scegliendo tra uno, tre o cinque minuti e premere un bottone: la macchina la stamperà gratuitamente su un foglietto di carta riciclata simile a uno scontrino, che si può infilare facilmente in tasca o nel portafoglio. Le storie sono selezionate tra quelle caricate su Short Édition attraverso l’apposita applicazione, a cui sono iscritte 140 mila persone: comprendono racconti brevi, poesie e narrazioni sperimentali, e possono essere tutte lette dai dieci anni in su.

Il progetto è stato sostenuto dal sindaco Eric Piolle, che ha 42 anni e fa parte dei Verdi; ha spiegato che «stiamo cercando di reinventare il centro della città come un luogo di esperienze condivise. Vogliamo lanciare una rivoluzione e l’obiettivo è creare un centro più vasto e più rilassato». Per perseguire quest’obiettivo Piolle ha anche vietato i cartelloni pubblicitari nel centro cittadino, sostituendoli con alberi e panchine; ha portato il limite di velocità a 30 chilometri orari e aumentato le aree pedonali.

Al momento i distributori automatici di racconti si trovano solo nel centro Grenoble – in spazi pubblici come il municipio, le biblioteche e gli uffici turistici – ma Short Édition ha detto di aver ricevuto molte richieste da altre città: «Ci stanno scrivendo da tutto il mondo per la nostra invenzione. Quando avremmo un’idea più chiara sui costi, le spediremo ovunque», ha detto Quentin Pleplé.

Mostra commenti ( )