matrix

Virgilio cambia proprietà

16 anni fa fu protagonista del primo boom italiano del web: ora Telecom Italia sta concordando la cessione della società Matrix all'imprenditore egiziano Sawiris, presidente del CdA di Wind

matrix

Aggiornamento del 9 agosto 2012
Telecom Italia ha annunciato oggi, giovedì 9 agosto 2012, di aver venduto il 100 per cento della società controllata Matrix a Libero, azienda sotto il controllo di Weather Investment Sarl, per un valore di impresa di 88 milioni di euro.

Telecom Italia, in coerenza con la politica di valorizzazione degli asset non strategici, ha deciso di cedere la società. Tale operazione è stata avviata dopo un processo di “internalizzazione” di alcune attività captive come lo sviluppo e la gestione delle piattaforme interne. La cessione di Matrix concorrerà al raggiungimento dell’obiettivo di riduzione dell’indebitamento finanziario netto del Gruppo per l’anno 2012.

Il perfezionamento dell’operazione è atteso intorno alla fine di novembre dopo l’esito delle verifiche da parte delle Autorità competenti.

— — —

Nel corso delle prossime settimane Telecom Italia formalizzerà la cessione di Matrix Spa, una sua società controllata che, tra le altre cose, gestisce il portale Virgilio.it. La fase di analisi delle principali informazioni relative all’azienda (due diligence) è stata conclusa e a breve dovrebbe iniziare la stesura del contratto definitivo. L’acquirente di Matrix è Naguib Onsi Sawiris, l’imprenditore egiziano magnate delle telecomunicazioni e presidente del Consiglio di amministrazione di Wind Telecomunicazioni Spa. Attraverso Weather Investments, Sawiris controlla anche il portale Libero.it, la cui società sta conducendo la trattativa.

Il Corriere della Sera riferisce oggi che l’intesa con Telecom Italia è stata trovata e che deve essere formalizzata. Domani Matrix riunirà il proprio consiglio di amministrazione per chiudere l’ultimo bilancio, passaggio necessario prima di avviare la stesura del contratto. All’inizio della trattativa si era ipotizzato che Matrix sarebbe stata venduta per 120 milioni di euro, ma non conoscendo ancora i termini dell’accordo e l’estensione dei settori acquisiti è difficile fare previsioni un minimo accurate. Oltre a Virgilio, Matrix si occupa infatti della gestione di diversi altri servizi, alcuni dei quali particolarmente integrati in realtà del Gruppo Telecom come quelli legati ad Alice, La7, MTV Italia, TIM e Telecom Italia. La società si occupa anche di pubblicità online tramite la concessionaria Niumidia Adv e di inserzioni pubblicitarie, a livello locale, con Iopubblicità.

Stando alle voci circolate negli ultimi giorni, Sawiris vorrebbe realizzare nuovi servizi legati alla tecnologia cloud, ovvero la possibilità di salvare, condividere e accedere a file e dati da più dispositivi grazie alla loro memorizzazione online. Tramite Weather, Sawiris un mese fa ha acquisito una quota del 38 per cento nella società californiana Joyent di Jason Hoffman, che si occupa proprio di tecnologia cloud. Il progetto, dice sempre il Corriere della Sera, dovrebbe portare alla nascita di un nuovo sistema integrato basato su Libero – Matrix – Joyent per i servizi cloud da fornire alle piccole e medie imprese italiane. Il modello in una seconda fase potrebbe essere poi esteso all’area del Mediterraneo.

Tra le ipotesi c’è anche la possibilità che la nuova società abbia un nome diverso, forse Weather. Non è ancora chiaro come si collocherà in tutto questo il futuro di Virgilio e di altri servizi di Matrix Spa. La società italiana esiste dal 1995 e occupa circa 400 persone che, negli anni, si sono occupate dell’ideazione e della gestione di diversi progetti sul Web come OkNotizie, Yalp!, Genio. Virgilio nacque nel 1996 come portale e fu tra i protagonisti del primo sviluppo della rete in Italia (“Virgilio, il bello di internet” fu un’estesa e popolare campagna associata all’immagine di un vecchio signore). Successivamente fu acquisita prima dal gruppo De Agostini e poi da Telecom.

Mostra commenti ( )