• Mondo
  • sabato 16 dicembre 2017

Il capo della marina militare dell’Argentina è stato licenziato per il caso del sottomarino scomparso

Il governo dell’Argentina ha annunciato il licenziamento del capo della marina militare, l’ammiraglio Marcelo Eduardo Hipólito Srur, per il caso del sottomarino scomparso lo scorso 15 novembre. È la prima azione disciplinare decisa dal governo da quando il sottomarino è scomparso, con a bordo il suo equipaggio di 44 persone.

Il sottomarino non è ancora stato ritrovato. Il 27 novembre la marina argentina ha detto che ha avuto dei problemi perché dell’acqua è entrata al suo interno provocando un cortocircuito, prima che svanisse dai radar. Il 30 novembre è stata esclusa la possibilità di riuscire a ritrovare dei sopravvissuti, ma si sta ancora cercando di localizzarlo.

Una manifestazione di protesta delle famiglie dei 44 membri dell'equipaggio del sottomarino scomparso davanti alla base navale di Mar del Plata, in Argentina, il 15 dicembre 2017 (AP Photo/Vicente Robles)