La lista in cui era candidato Rosario Crocetta è stata esclusa dalle elezioni regionali in Sicilia

Il TAR ha respinto il ricorso presentato dalla lista “Arcipelago Sicilia – Micari presidente” che era stata esclusa dalle elezioni regionali siciliane nel collegio di Messina perché i suoi rappresentanti avevano presentato in ritardo la documentazione necessaria. La lista è stata organizzata dal presidente uscente della regione, Rosario Crocetta. Lui stesso era candidato soltanto nel collegio di Messina e rischia quindi di non partecipare direttamente alle elezioni che si svolgeranno il prossimo 5 novembre.

La lista era stata presentata al tribunale di Messina lo scorso 16 settembre. Ma alle ore 16, quando sono scaduti i termini di presentazione, mancavano ancora diversi documenti per regolarizzarne la registrazione. Crocetta aveva fatto ricorso al TAR per annullare l’iscrizione e aveva detto: «Sinceramente escludere una lista per qualche minuto di confusione ci sembra veramente un po’ troppo».

A proposito dei ritardi poi ha affermato: «Noi vogliamo capire se ci sono state pressioni per determinare la débâcle e la fuga di persone che ci avevano assicurato il loro impegno e che invece all’ultimo si sono tirate indietro. Chiamerò tutte le dieci persone che ci avevano detto di sì per poi sparire improvvisamente». Crocetta aveva rinunciato a ricandidarsi come presidente di regione e aveva deciso invece di sostenere il candidato scelto dal Partito Democratico, il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari. Crocetta può ancora fare appello al Consiglio di stato.

Il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, durante una conferenza stampa a Palermo, 23 luglio 2015 (LaPresse - Guglielmo Mangiapane)