• Mondo
  • lunedì 25 settembre 2017

Jared Kushner usò un’email privata per discutere cose di lavoro sulla Casa Bianca

Jared Kushner – alto consigliere e genero del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump – ha usato un indirizzo di posta privato per discutere faccende lavorative con altri funzionari della Casa Bianca, scrive Politico, che ha visto e verificato più di venti email del genere. L’account era stato creato appositamente lo scorso dicembre, durante il periodo di transizione successivo alle elezioni presidenziali e precedente all’insediamento. Politico scrive che è la prassi tra i funzionari e collaboratori di Trump usare mezzi di comunicazione non ufficiali – email private, ma anche certe app di messaggistica – mentre gli avvocati di Kushner, che è tra le persone indagate per la presunta collaborazione con la Russia in campagna elettorale, hanno detto che gli unici articoli passati per la sua casella di posta privata riguardavano le segnalazioni di articoli e notizie pubblicate online.

Durante la campagna elettorale del 2016, la candidata dei Democratici Hillary Clinton fu molto criticata per aver usato una casella di posta elettronica privata anche per le faccende che riguardavano il suo lavoro da segretario di stato: l’FBI la esonerò poi da ogni colpa – disse che era stata una condotta negligente ma che non aveva il fine di nascondere qualcosa – ma la storia delle email dominò per mesi la campagna elettorale e secondo molti la condizionò in modo decisivo. Gli elettori di Trump durante i comizi intonavano il coro “Lock her up!”, una cosa tipo “In galera!”.

 

Jared Kushner. (AP Photo/Susan Walsh)