Brunori Sas

Sono aperte le selezioni per la Scuola Holden

Con due corsi in più, quest'anno, e il manager Andrea Guerra arruolato tra gli insegnanti

Brunori Sas
Brunori Sas

Il 1° marzo 2016 la Scuola Holden di Torino ha aperto le selezioni per gli studenti che frequenteranno i suoi corsi di “Storytelling & Performing Arts” nel biennio 2016/18. Possono iscriversi al test di ammissione – attraverso il modulo sul sito della scuola – studenti con età compresa tra i 18 e i 30 anni, italiani e stranieri: c’è tempo fino al 30 settembre. Già da tre anni la Scuola Holden, che è stata fondata dallo scrittore Alessandro Baricco nel 1994, ha articolato sei indirizzi diversi per chi voglia studiare per diventare scrittore, sceneggiatore, regista, giornalista, esperto di narrazione sui mezzi digitali o storyteller in generale: ma quest’anno per la prima volta i percorsi di studio – i College nel gergo della Holden – saranno 8 e ci saranno 170 posti disponibili, 20 in più rispetto al 2015.

Cosa si impara alla Scuola Holden?
I due nuovi College aperti per il biennio 2016/2018 si chiamano “Brand New” e “Storytelling”. Il primo è dedicato a chi vuole lavorare in un’azienda ed essere capace di raccontarne i prodotti, la storia e l’identità imprenditoriale. Maestro di “Brand New” – che in inglese significa “nuovo di zecca”, ma è anche un gioco di parole sul concetto di brand che significa “marchio” – sarà Andrea Guerra, che fu amministratore delegato di Luxottica dal 2004 al 2014 e dal 2015 è presidente esecutivo di Eataly e socio della Holden: nel 2004, il Financial Times aveva inserito Guerra nella lista delle “25 stelle del business”. I diplomati di “Brand New” verranno formati per lavorare in diversi ruoli, nelle risorse umane o nel settore comunicazione, in quello della progettazione o nell’amministrazione.

Il College “Storytelling”, invece, sarà diverso dagli altri perché tutte le lezioni saranno in inglese, in parte a Torino, in parte da seguire online. In realtà, il corso esisteva dall’anno scorso, ma non era aperto agli studenti italiani. Gli argomenti affrontati nel corso saranno in parte trasversali a quelli degli altri College: si studierà narrativa, documentario, teatro, sceneggiatura, montaggio e altro ancora. Il programma del primo anno prevede che tra ottobre e dicembre del 2016 le lezioni si tengano a Torino, da gennaio a marzo del 2017 online, e poi da aprile a giugno del 2017 di nuovo a Torino. Questa formula è pensata sia per gli studenti stranieri provenienti da paesi extraeuropei che per quelli italiani per cui è più difficile di trasferirsi a Torino per lunghi periodi: naturalmente bisogna sapere molto bene l’inglese.

I due nuovi College si aggiungono a quelli nati tra il 2013 e il 2015. “Scrivere” è il più classico dei corsi della Holden, quello in cui lo stesso Alessandro Baricco insegna come si scrivono romanzi e racconti, ma anche bugiardini dei medicinali e voci enciclopediche, in un’idea più estesa delle funzioni della scrittura. “Cinema” è quello dedicato a sceneggiatura, regia e produzione cinematografica: il “Maestro” qui è Nicola Giuliano, fondatore della Indigo Film, che ha prodotto tutti i film di Paolo Sorrentino. “Serialità” invece ha per “Maestro” lo sceneggiatore Giacomo Durzi ed è dedicato alla scrittura di contenuti seriali, che si tratti di sceneggiature di serie televisive o fumetti, per esempio. È diverso da “Televisioni”, incentrato su come si costruisce un palinsesto e come si producono programmi, talent, reality e talk show: è il College in cui insegnerà l’autore televisivo Carlo Freccero, oggi consigliere d’amministrazione della Rai.

Il College più difficile da spiegare ma anche più innovativo è “Digital”, quello che ha per sottotitolo “Crossmedia & Interactive Storytelling”. Si tratta di un corso in cui si possono imparare a costruire le narrazioni più svariate: una campagna elettorale, un flash mob, un videogioco, il profilo social di un’azienda, il lancio di una mostra d’arte, o una nuova app. Il “Maestro” in questo caso continuerà a essere Michel Reilhac che dal 2002 è il responsabile di Arte France Cinéma e ha prodotto i film di Lars von Trier Melancholia e Antichrist. Invece non è stato ancora confermato il “Maestro” del College “Reporting”, dove per il biennio in corso insegna il giornalista Riccardo Luna. È il corso dedicato al giornalismo digitale e alle regole e ai metodi per raccontare storie vere.

Come ci si iscrive alla Scuola Holden?
Il sito della scuola spiega la procedura in dettaglio insieme alle condizioni per ottenere una borsa di studio da 4mila euro o un prestito con lode (la quota di iscrizione annuale è di 10mila euro). Dopo aver compilato il modulo online si prenota una data per svolgere il test d’ammissione, che si svolge due volte al mese a Torino (salvo occasioni particolari) e comprende otto prove, una per ogni College. Per ogni prova viene assegnato un voto, dal minimo di D al massimo di A. Dopo una settimana dal test la scuola comunica i risultati, e a quel punto gli studenti hanno sette giorni per confermare l’iscrizione e scegliere il College tra quelli in cui hanno preso un voto maggiore di C.
I corsi del biennio 2016/18 inizieranno il 18 ottobre 2016, con Holden Start, il primo mese di lezioni in comune.