Le 11 migliori startup italiane

Le ha scelte e classificate Business Insider: un paio sono abbastanza famose, le altre potrebbero diventarlo

Il sito di economia Business Insider ha messo insieme una lista delle migliori startup italiane. Visto l’abuso del termine, una premessa: si definiscono “startup” le aziende di piccole dimensioni che si trovano nella fase iniziale della loro produzione; non sono necessariamente aziende che hanno a che fare con il settore tecnologico, tuttavia le piccole aziende che si occupano di tecnologia sono spesso delle startup perché producono prodotti innovativi che quindi non hanno un mercato ancora ben definito. Le startup nella lista di Business Insider sono quasi tutte operanti nel settore digitale: molte sono giovanissime mentre altre, come Arduino e YOOX, sono sul mercato da più di dieci anni e possono essere definite ex-startup.

Dentro ogni immagine, la descrizione dell’azienda e di quello di cui si occupa:

Visto che generalmente si tratta di aziende che producono prodotti innovativi, le startup sono considerate investimenti molto rischiosi. È necessario coprire i costi di avviamento della produzione – che sono certi e spesso ingenti – mentre c’è la possibilità concreta che poi il prodotto non trovi una domanda sufficiente. Negli ultimi anni sono nate figure di investitori specializzati in questo settore, i “venture capitalist”, che si prendono un rischio nella speranza di fare grandi guadagni: investono su 100 startup, per capirci, nella speranza che una abbia successo e permetta di ripianare le altre perdite e guadagnare. Per quanto riguarda le 11 imprese italiane citate da Business Insider, sono indicati anche i venture capitalist che le hanno finanziate: le cifre per le aziende in questione variano molto, ci sono i più di 10 milioni di dollari raccolti da MusiXmatch e i 100mila per Iubenda; HIRIS invece è stato finanziato principalmente con una raccolta di fondi online.

Mostra commenti ( )