Le foto della nuova Fondazione Prada a Milano

È stata realizzata dallo studio olandese Oma, sarà aperta al pubblico il 9 maggio per mostrare le opere della collezione Prada (e un bar di Wes Anderson)

La Fondazione Prada è un’istituzione dedicata a cultura e arte, creata dalla celeberrima società di moda. È presieduta da Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada, e da sua moglie Miuccia Prada, famosa stilista e nipote di Mario Prada, il fondatore del marchio. Il 9 maggio la Fondazione Prada aprirà la sua nuova sede di Milano, progettata dallo studio di architettura OMA, guidato da Rem Koolhaas, settantenne architetto e urbanista olandese di grande importanza internazionale e già autore dello store di Prada su Rodeo Drive, la via di Beverly Hills a Los Angeles.

La nuova sede della Fondazione Prada si trova in Largo Isarco, nella zona sud di Milano, nei pressi della più nota via Ripamonti e di fronte a un tratto della ferrovia. Come spiega il sito della Fondazione, il complesso si sviluppa su una superficie totale di 19mila metri quadrati, 11mila dei quali saranno utilizzati per le attività espositive: un’ultima parte del complesso – la “torre” – sarà ultimata entro il 2016. La struttura progettata da Koolhaas è stata realizzata combinando edifici preesistenti – quelli di una vecchia distilleria – e nuove costruzioni per ottenere uno spazio che accoglie la collezione d’arte contemporanea Prada e, tra le altre cose, uno spazio per mostre temporanee – inizialmente dedicato a una raccolta di arte antica curata da Salvatore Settis -, “un’area didattica dedicata ai bambini e sviluppata con gli studenti dell’École nationale supérieure d’architecture de Versailles”; e un bar ideato dal regista Wes Anderson, in cui la sua estetica riconoscibilissima è adattata a un’idea di vecchio bar di Milano.
Complessivamente il progetto cerca di far convivere con le rispettive identità quello che già esisteva e i progetti completamente nuovi, senza ricercare mimetisimi e adattamenti tipici di molti interventi di riutilizzo nel territorio italiano.

Per il 9 maggio, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede, la Fondazione Prada ha organizzato diversi eventi: gli artisti Robert Gober e Thomas Demand realizzeranno installazioni che “dialogheranno” con le architetture e gli spazi della nuova struttura. Il regista Roman Polanski “esplorerà le suggestioni cinematografiche che hanno ispirato i suoi film in un progetto che si tradurrà in un documentario inedito e in una rassegna cinematografica”. Resteranno poi stabilmente aperti e i vari e articolati spazi che ospitano le opere della collezione permanente Prada.

Mostra commenti ( )