David Foster Wallace e la noia

«La chiave è la capacità, innata o acquisita, di trovare l’altra faccia della ripetizione meccanica, dell’inezia, dell’insignificante, del ripetitivo, dell’inutilmente complesso. Essere, in una parola, inannoiabile»

(Il re pallido, romanzo incompiuto di David Foster Wallace)