In Galizia si sono scontrati vigili del fuoco e poliziotti

(Fonsi Loaiza/X)
(Fonsi Loaiza/X)

In Spagna ci sono stati scontri fra la polizia e i vigili del fuoco che stavano protestando davanti alla sede dell’amministrazione provinciale a Ourense, nella comunità autonoma della Galizia. Durante il momento di confronto più intenso, che ha coinvolto qualche decina di pompieri che secondo la polizia hanno cercato di sfondare il cordone di sicurezza per entrare nel palazzo, uno dei vigili del fuoco ha usato uno strumento non ben identificabile, probabilmente una bomboletta spray, per generare una fiammata indirizzata contro la polizia. I pompieri hanno anche usato petardi e fumogeni, e hanno lanciato della vernice contro il palazzo.

I pompieri della provincia si rifiutano di fare gli straordinari da giugno per chiedere, fra le altre cose, aumenti delle assunzioni, riduzioni degli orari di lavoro e maggiore addestramento sulla sicurezza: dalla fine dell’estate hanno organizzato proteste in varie città galiziane, e a quella di lunedì hanno partecipato in circa 200 i vigili del fuoco. Una parte del malcontento è dovuta anche all’inquadramento dei pompieri come dipendenti pubblici, mentre prima erano organizzati in agenzie private.