Vanity Fair

Simone Marchetti sarà il nuovo direttore di Vanity Fair

Simone Marchetti sarà il nuovo direttore di Vanity Fair

L’edizione italiana del settimanale Vanity Fair cambierà direttore: al posto di Daniela Hamaui, diventata direttrice a maggio del 2017, arriverà Simone Marchetti, oggi fashion editor di Repubblica e conduttore del programma Mix & Match su Sky Uno. La nomina non

Wigwam

C’è una sconosciuta canzone di Bob Dylan, che si chiama “Wigwam”. Si trattengano i fans, lo so che voi la conoscete, le sapete tutte, anche all’indietro, e anche quale marmellata stava spalmando Dylan quando le scrisse, una per una. Però … Continua a leggere

Storie dal Nord

I Counting Crows sono una grande rockband americana, che non ha inventato niente ma negli anni Novanta ha fatto gran canzoni con gran testi e un eccellente cantante, “nel solco della tradizione”, come si dice. Poi si sono un po’ … Continua ...

Six by six

Nel 1982 Peter Gabriel pubblicò il suo quarto disco da solo, quello di Shock the monkey (rimasta nota al grande pubblico italiano per l’esecuzione al Festival di Sanremo con Gabriel che si gettava sul pubblico appeso una liana e si infranse su un altoparlante, fingendo indifferenza). Nel disco c’erano molte canzoni belle – tutte, direi [...]

Invecchiare cantando

E allora è uscito questo disco di Ben Folds e Nick Hornby su cui c’era grande curiosità da mesi, perché mette insieme un cantautore e uno scrittore, ma soprattutto mette insieme un cantautore di culto e uno scrittore di culto per lo stesso target di trenta-quarantenni moderni e sentimentali che hanno avuto il mondo a [...]

Thru these walls

Io credo sia venuto il momento della riconciliazione e del superamento delle divisioni. Lasciarsi il passato alle spalle, quelle cose lì. E rivalutare la figura di Phil Collins nella sua giusta prospettiva storica. Alla fine, ammettiamo che fu Peter Gabriel ad andarsene, e Collins si prese la responsabilità e l’impegno di non far naufragare i Genesis [...]

Il disco perfetto, in un certo senso

Certi giorni gli uffici stampa delle case discografiche sono disperati: si trovano tra le mani un nuovo disco da promuovere che non solo è brutto – e questo non ha mai impensierito nessun ufficio stampa – ma non ha un’attrattiva vendibile che sia una. Cosa mettere nel comunicato? Il disco non ha niente. Basterebbe poco. [...]