urbanistica

Che si dice a Roma?

Una rubrica per chi, messo alle strette, si trova a dover rispondere alla fatidica domanda Due settimane molto intense, su vari fronti, così come intensa è sempre la vita cittadina. Noi qui abbiamo fretta, camminiamo veloce e non abbiamo tempo

Cosa fare di Corviale

Mentre vanno avanti i progetti per Tor Bella Monaca, con la presentazione il 3 novembre di un masterplan dell’architetto Léon Krier, si parla anche di Corviale, e in particolare del Serpentone. Verrà qui presentato un progetto voluto dall’assessore regionale alla

Che si dice a Roma?

Una rubrica per chi, seppur controvoglia, deve rispondere alla fatidica domanda Moltissimi vecchi e nuovi temi in ballo in queste due settimane, a testimonianza che sì, la stagione 2010-2011 della città è davvero cominciata, e in grande stile.

Case molto popolari

Ieri Il Messaggero ha pubblicato un interessante punto della situazione sulle case popolari, e in particolare sui meccanismi di vendita del fiorente mercato nero. Secondo una stima ci sarebbero 8.000 abitazioni occupate, e si parla di un meccanismo ormai saltato

Futuroma

Repubblica negli ultimi tempi aveva dato spazio a diverse voci sulla questione di Tor Bella Monaca, dopo che il sindaco, questa estate, si era pronunciato per un abbattimento e una ricostruzione radicale del quartiere. Ora lo stesso Alemanno, nel corso

Cartoline

I lavori per la nuova Stazione Tiburtina. Escludendo la Metro C, è la più grande opera in senso di edificio attualmente in costruzione in città. Ma la sua rivoluzione sarà più urbanistica che architettonica, dal momento che una enorme lastra

Piccolo è bello

Non si può dire che manchi ad Alemanno il coraggio di affermazioni a forte rischio di impopolarità, o più che altro di far venir fuori macro-questioni esistenziali: “tassare i cortei” è a buon titolo una di queste, ma anche “radere

Cose di casa

Alla Regione infuriano le polemiche per la nomina di Roberto Carlino (Immobildream) a capo della commissione regionale Ambiente. Il suo è stato definito da alcuni esponenti dell’opposizione “un conflitto di interessi grande come una casa”. Per quanto riguarda il Comune,

Per quest’anno non cambiare

Si ripetono ogni fine settimana scene da pellegrinaggio di massa alla Mecca per raggiungere il mare di Ostia. Ovviamente in macchina. Qualcuno si chiede perché non prendere il treno, visto che ci arriva comodamente e, aggiungerei, non altera troppo il

Il cielo in una stanza

Dietro alla questione dei grattacieli a Roma non c’è solo l’aspetto del superare o meno la cupola di San Pietro, che può essere considerato l’aspetto formale e simbolico, o come una figura retorica della parte per il tutto. Evidentemente la

Accordi di pace

Il recente accordo per il trasferimento di 15 strutture militari dismesse al Comune, per un totale di 82 ettari e 1.500.000 metri cubi, può avere interessanti implicazioni dal punto di vista dell’urbanistica. Tre di questi edifici si trovano in centro,