talebani

Tornerà anche al Qaida?

Tornerà anche al Qaida?

Il gruppo terroristico amico dei talebani non se n'è mai andato dall'Afghanistan, e ora si teme possa diventare nuovamente una grossa minaccia per l'Occidente

Perché Kabul-come-Saigon

Perché Kabul-come-Saigon

Alcuni momenti della fine della guerra in Vietnam, catastrofici per gli americani, sono stati paragonati a quello che sta succedendo a Kabul: e qualche similitudine c'è

È lui, Zabihullah Mujahid?

È lui, Zabihullah Mujahid?

L'uomo che martedì ha condotto la conferenza stampa dei talebani si è presentato con questo nome, ma molti credono si tratti di uno pseudonimo usato da diverse persone

Il primo giorno dei talebani a Kabul

Il primo giorno dei talebani a Kabul

In una situazione di calma apparente, sono comparsi checkpoint e sono iniziate perquisizioni casa per casa: molte donne sono rimaste chiuse in casa

La caduta di Kabul, per immagini

La caduta di Kabul, per immagini

Gli elicotteri sui tetti dell'ambasciata americana, i video dei talebani in città, il traffico per le strade, l'assalto ai centri per ottenere un visto e lasciare il paese

Chi sono i talebani

Chi sono i talebani

La storia del gruppo radicale islamista che sta riconquistando l'Afghanistan, a vent'anni dall’intervento militare americano

I talebani non si fermano più

I talebani non si fermano più

Domenica hanno conquistato altre tre importanti città dell'Afghanistan, ottenendo la vittoria militare più significativa in un solo giorno da molto tempo

I talebani hanno conquistato anche la città di Kunduz

I talebani hanno conquistato anche la città di Kunduz

Dopo Zaranj e Sheberghan, i talebani hanno conquistato un’altra importante città dell’Afghanistan, Kunduz, nel nord del paese. Kunduz è una delle città più popolate dell’Afghanistan, è la capitale della provincia omonima e ha una posizione molto importante a livello strategico

La vittoria dei talebani è inevitabile?

La vittoria dei talebani è inevitabile?

Il gruppo radicale islamista è sempre più vicino a prendere il controllo dell'Afghanistan, sfruttando circostanze favorevoli e l'incapacità di reagire del governo di Kabul