massimo d’alema

Il Pd di Renzi non saranno due

Matteo Renzi ha compiuto il passo più difficile della sua scalata alla leadership del Pd e del centrosinistra. Gli iscritti al partito gli hanno dato una maggioranza, sia pure relativa, che non poteva essere considerata scontata. Anzi, diciamo la verità:

Rispetto per gli iscritti

Enrico Letta si è tenuto fuori dalla contesa congressuale del Pd. L’unica eccezione che ha voluto fare ha innescato un cortocircuito politico-comunicativo.

Virna Lisi, i candidati molli e gli altri ragazzi del gruppo

Certo sorprende sempre che personaggi dello stesso partito possano periodicamente attaccarsi senza esclusione di colpi e poi stare insieme nelle elezioni successive, ma in fondo ironizzare, come ha fatto D’Alema, su un Renzi Virna Lisi non è il peggiore degli

Salvate il generale D’Alema

Giorni fa scrivevamo «salvate il soldato Cuperlo»: s’era acceso sulla sua testa lo scontro fra due grandi elettori, Bersani e D’Alema, e lui rischiava di restarne vittima. Oggi viene da andare oltre. E da lanciare un altro appello, per il

Massimo D’Alema sul governo Letta

In un’intervista sull’Unità di oggi Massimo D’Alema, facendo riferimento al governo Letta, ha detto: «Serve una verifica seria. Si faccia il punto, si fissino le premesse e a settembre si formalizzino» E aggiunge: «Questo è un governo di necessità ed è

I 20 più giovani presidenti del Consiglio

I 20 più giovani presidenti del Consiglio

Il più giovane di sempre in Italia è quello nella foto (sapete chi è?), Enrico Letta potrebbe essere il terzo, la classifica comprende anche Prodi e Berlusconi

Napolitano è stato rieletto

Napolitano è stato rieletto

A larghissima maggioranza, nella sesta votazione: la ricandidatura del presidente uscente è stata chiesta da PD, PdL e Scelta Civica

Neanche Prodi ce la fa, e rinuncia

Neanche Prodi ce la fa, e rinuncia

Al quarto scrutinio il candidato del centrosinistra manca di molto la maggioranza semplice e tutto è rimandato a sabato: per il PD è un disastro

Marini sulla fine del primo governo Prodi

In una conversazione con Francesco Verderami del Corriere della Sera, pubblicata nel maggio del 2001, Franco Marini ammise un’alleanza con Massimo D’Alema per far finire il primo governo presieduto da Romano Prodi, che durò dal maggio 1996 all’ottobre del 1998. «È

Tra chi sta scegliendo il PD

Tra chi sta scegliendo il PD

Forze e debolezze di tutti i candidati alla presidenza alla Repubblica che domani potrebbero essere proposti dal partito col pallino in mano

I mesi di Ocalan in Italia

I mesi di Ocalan in Italia

Il capo del partito indipendentista curdo passò qui 65 giorni tra il 1998 e il 1999, e fu uno dei più grossi problemi del governo D'Alema

D’Alema e il suo governo

In un articolo pubblicato ieri dal Mattino di Napoli, che riporta un colloquio con Massimo D’Alema, l’ex presidente del Consiglio dice, a proposito della sua esperienza di governo: «Quando ero presidente del Consiglio avevo una maggioranza ingovernabile, composta da squilibrati

L’inevitabile confronto nel PD

Massimo rispetto per la mossa di D’Alema. Non tanto per la parte di rivendicazione dei meriti passati (che è sempre meglio farsi riconoscere dagli altri), né solo per l’efficacia ai fini delle primarie (rimane forte l’impressione di una contraddizione con

Le foto di giovedì alla Camera

Le foto di giovedì alla Camera

C'era in discussione il decreto sulla sanità, ed è stata l'occasione per alcune immagini fino a oggi comuni e che presto non lo saranno più

Massimo D'Alema a Otto e mezzo

Massimo D’Alema a Otto e mezzo

Il video dell'intervista in cui ha spiegato perché se vince Bersani non si ricandiderà, mentre se vince Renzi «ci sarà scontro politico»

Adesso non fate altri errori

L’annuncio fatto ieri sera da D’Alema inciderà molto sul clima delle primarie. Le può rendere più cruente, se la decisione del leader storico della sinistra italiana dovesse scatenare il rancore dei suoi sostenitori. Oppure, come sicuramente è nell’intento di D’Alema

D’Alema: «Se vince Bersani non mi ricandido»

Questa sera, durante la trasmissione Otto e mezzo in onda su La7, Massimo D’Alema ha detto che se Pier Luigi Bersani vincerà le primarie e sarà il candidato premier del centrosinistra, rinuncerà al suo posto in Parlamento, e non si candiderà.

Il camper di Renzi e Massimo D'Alema

Il camper di Renzi e Massimo D’Alema

Circola sui social network la fotografia di un uomo mascherato da Massimo D’Alema sdraiato davanti al camper della campagna di Matteo Renzi. L’immagine non è stata realizzata dai responsabili della campagna, che hanno preso le distanze con una dichiarazione: Abbiamo