giorgio napolitano

Tutto rinviato

Tutto rinviato

Le consultazioni sono finite sabato sera: il presidente della Repubblica non ha detto quando sarà affidato l'incarico di formare il governo

Gli orari delle consultazioni di sabato

Gli orari delle consultazioni di sabato

Il sito del Quirinale ha pubblicato il calendario delle consultazioni che sono cominciate venerdì 14 febbraio e si concluderanno nella serata di sabato 15. I rappresentanti della Lega Nord e del M5S hanno annunciato che non parteciperanno: la presidenza della

Renzi e il governo, cosa succede ora

Renzi e il governo, cosa succede ora

Enrico Letta si è dimesso, le consultazioni di Napolitano si concluderanno oggi ma i tempi si allungano, dice Alfano: le cose da sapere

Gomplotto, he wrote

Gomplotto, he wrote

Andato in onda durante la puntata del 11 febbraio di Gazebo, in seconda serata su RaiTre.

Caro Menichini

Però non esageriamo, per favore. Lo dico all'amico Stefano Menichini e a quanti, ora, parlano di «assenza di memoria» e poi dimostrano dolosamente di non averne. [Continua]

Napolitano: «Mi pare che sul governo ora la parola passi al PD»

Napolitano: «Mi pare che sul governo ora la parola passi al PD»

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha commentato così l’attuale situazione politica e le voci che circolano riguardo l’eventualità che Letta si dimetta e un nuovo governo venga guidato da Renzi senza interrompere la legislatura. Il PD ne discuterà probabilmente

Meno male che c’era Napolitano

Da tutto questo polverone sollevato intorno e contro il Quirinale solo tre cose emergono come rilevanti. [Continua]

Cosa sta succedendo al PD

La prima, clamorosa notizia è questa: anche i più tenaci sostenitori dello schema Napolitano ne dichiarano il fallimento totale. [Continua]

Napolitano a Strasburgo

Un grande discorso di battaglia politica. I parlamentari di Strasburgo alla fine erano colpiti e ammirati, anche perché non sono abituati a momenti del genere. [Continua]

La strategia del M5S

Il disegno di Grillo e Casaleggio è smaccato. Devono tornare a mostrare al paese un parlamento travolto dal caos, dallo scandalo, lesionato nelle sue garanzie democratiche. [Continua]

L’alleanza tra Renzi e Napolitano

Negli ultimi giorni la cosa era stata frutto di ipotesi giornalistiche, ora c’è una notizia vera, qualcosa di solido: un lungo incontro al Quirinale, non preannunciato. [Continua]

Il discorso di Giorgio Napolitano

Il discorso di Giorgio Napolitano

«Resterò presidente fino a quando la situazione me lo farà ritenere necessario e possibile, fino a quando le forze me lo consentiranno, dunque di certo per un tempo non lungo»

I tifosi delusi della guerra civile

Tanti la vivono come una tragedia, a cominciare dal protagonista. Ma la vigilia della decadenza di Berlusconi rimane un melodramma. [Continua]

Il testo del Quirinale sulla grazia a Berlusconi

Il testo del Quirinale sulla grazia a Berlusconi

«Non solo non si sono create le condizioni per un eventuale intervento, ma si sono ora manifestati giudizi e propositi di estrema gravità, privi di ogni misura nei contenuti e nei toni»

La Leopolda stazione della crisi politica

A chiunque capiti di parlare col capo dello stato – tra gli ultimi Matteo Renzi, mercoledì a Firenze, e i vari addetti ai lavori sulla legge elettorale, giovedì al Quirinale – l’impressione è sempre la stessa: Napolitano non si fa

Napolitano e Renzi

Il gioco si fa duro, Giorgio Napolitano non tira indietro la gamba. Le macchine convergenti nell’operazione di far saltare processo riformatore e legislatura stanno alzando i giri del motore. La componente oltranzista della destra berlusconiana passa dalle minacce ai fatti.

Le cose tra Renzi e Napolitano

Preoccupazione diffusa per il deterioramento dei rapporti, mai stati facili, tra il capo dello stato e il Pd, anche nella sua virtuale versione renziana. Non è per sminuire la situazione attuale che occorre ricordare, come faceva ieri Europa, che nella