gianfranco fini

La retromarcia su Roma

La retromarcia su Roma

Dopo i fuochi d'artificio di giovedì, i finiani fanno marcia indietro. Il presidente della camera rassicura: non è in discussione la nostra permanenza nel Pdl

Il problema del Pdl (e del Pd)

Non ho seguito la direzione del PDL se non nelle cronache dei giornali e nell’imperdibile video su YouTube con Fini che si alza in piedi col dito puntato. Non ho difficoltà, comunque, a convenire con l’analisi di Luca Sofri: sotto

I match del giorno

I match del giorno

Ieri l'Inter ha vinto con l'Atalanta, stamattina Bossi ha chiesto a Fini di dimettersi, stasera la Roma gioca con la Samp, alle 14.30 Fini è andato dall'Annunziata

Fateci sapere

Fateci sapere

La crisi minacciata rientrerà nel pigro weekend e se ne riparla lunedì? Il sabato dei giornali

L'eco sulla stampa

L’eco sulla stampa

Lo scontro Berlusconi-Fini descritto con toni apocalittici da tutti i giornali, ma sono quelli di destra a parlare esplicitamente di elezioni anticipate. Bossi: "L'alleanza Pdl-Lega probabilmente è finita"

Berlusconi, Fini o niente?

A me di Gianfranco Fini non me ne frega niente, ma sto con lui. Ho già scritto che si può essere «finiani senza Fini» e guardare con simpatia al sommovimento che ha creato: anche se non si ha nulla a

Che cosa resta?

Che cosa resta?

Senza lo screzio circense con Berlusconi e senza le questioni poste da Fini, otto ore di dirigenti del PdL producono il vuoto assoluto

Finalmente se le danno

Finalmente se le danno

Alla Direzione Nazionale del PdL volano parole grosse tra Fini e Berlusconi, che gli chiede di dimettersi da Presidente della Camera

Il premier coi superpoteri

Caro Direttore, Il Presidente del Consiglio italiano ha pochi poteri, Silvio Berlusconi ne ha troppi. Il paradosso delle riforme istituzionali è tutto qui. È vero, come dice il Premier, che il primo ministro italiano non ha il potere che i

Destra e sinistra spaesate in rete

È buffo in questi giorni moderare i commenti sul sito del Secolo. Cosa devo pensare dell’elogio a Fini dell’«iscritto al Pd e dirigente a livello provinciale a Venezia»? E cosa degli incoraggiamenti del «nipote di un deputato del Pci dal ’48