enrico letta

Anche il Pd è preoccupato per il quid

Ha ragione Enrico Letta a preoccuparsi perché «appena lo spread scende un po’, si ricomincia coi giochini irresponsabili». Già la settimana scorsa è stata animata da polemiche tipiche di quando si correva ignari verso l’abisso. Sia su questioni inventate (l’accusa

Enrico Letta: «Ora tifiamo tutti Madrid»

Commentando la decisione di Mario Monti di non firmare i documenti per la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2020, il vicesegretario del PD, Enrico Letta, ha scritto su Twitter di sostenere Madrid: la cosa è singolare, visto che

Un lavoro per i detenuti

La proposta di Enrico Letta e Maurizio Lupi spiegata in una lettera ad Avvenire

Non è del tutto vero

Enrico Letta, oggi, su Repubblica spiega che il Pd ha già votato le primarie per i parlamentari nell’ultima assemblea nazionale (che si è tenuta 11 mesi fa). Siccome l’ordine del giorno lo presentai «di persona, personalmente» (insieme a Paolo Cosseddu),

Enrico Letta sulle primarie per le liste elettorali

Goffredo de Marchis di Repubblica ha intervistato Enrico Letta alla vigilia dell’Assemblea nazionale del Partito Democratico e gli ha chiesto, tra le altre cose, cosa farà il PD se dovesse fallire il confronto con il PdL per cambiare il Porcellum.

I montiani del PD

Claudio Cerasa racconta sul Foglio "una nuova, robusta, combattiva e ambiziosa creatura politica"

Il caso Fassina

Il caso Fassina

Da dove comincia lo scontro che ieri ha portato a una richiesta di dimissioni del responsabile economico del Partito Democratico

Una lettera indirizzata anche al PD

Straordinariamente rivelatrice, la lettera di Trichet e Draghi pubblicata dal Corriere della Sera dopo esser stata l’oggetto del mistero della crisi italiana. Rivelatrice per tre motivi almeno, il terzo dei quali riguarda noi, riguarda il Pd. Innanzi tutto il meritorio

Enrico Letta critica Di Pietro

Ieri Antonio Di Pietro, invitando il governo alle dimissioni, aveva auspicato che questo avvenisse il prima possibile, «prima che ci scappi il morto». Quella dichiarazione è stata molto criticata sia a destra che a sinistra – Paolo Ferrero di Rifondazione

Profumo e la politica

Continua a far discutere la disponibilità a impegnarsi in politica che ha manifestato di recente l’ex amministratore delegato di Unicredit Alessandro Profumo. Dopo il pubblico annuncio il primo settembre alla festa di Alleanza per l’Italia a Labro, in provincia di Rieti

Contro Penati la ragione etica o la ragion politica?

Io non so se Filippo Penati sia colpevole. Mi pare chiaro che a Sesto ci fosse un sistema di corruzione, ma oltre questa evidenza non mi fido ciecamente di alcun magistrato. Capisco l’esigenza di chi nel Pd vorrebbe che Penati

Il deputato che non esiste

Il deputato che non esiste

La storia di Antonio Gaglione, parlamentare assenteista la cui elezione con il PD oggi è rinfacciata da Alberto Tedesco a Rosy Bindi

Aveva ragione il ministro Gelmini?

Aveva ragione il ministro Gelmini?

Un fact-checking sulla discussione di martedì a Ballarò tra Enrico Letta e il ministro, che probabilmente aveva ragione ma non lo sapeva

Le critiche di Enrico Letta a Nichi Vendola

Oggi il vicesegretario del PD Enrico Letta, intervistato da Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera, commenta il quadro politico e tra le altre cose fornisce alcuni giudizi particolarmente critici nei confronti di Nichi Vendola. «Vendola è un fenomeno mediatico personale,

Unire i puntini

Nel contestare con parole molto gravi e indignate quel che è avvenuto oggi alla Festa Democratica al momento dell’intervento di Raffaele Bonanni, Enrico Letta ha ribadito che il Partito Democratico è un “baluardo della democrazia” e della difesa contro simili aggressioni. Il Partito Democratico, “baluardo della democrazia”, si è alleato alle ultime elezioni con un solo [...]

Il prossimo sindaco di Milano

Il prossimo sindaco di Milano

Il centrodestra ricandiderà - malvolentieri - Letizia Moratti, il centrosinistra è ancora in alto mare. E le primarie?

Ma chi ce l'ha messo?

Ma chi ce l’ha messo?

La nomina di Aldo Brancher a ministro è giudicata un imbroglio dall'opposizione e un mistero nella maggioranza