La scomparsa del PD

Nichi Vendola e Giuliano Pisapia sono due persone moooolto diverse, con diverse storie, diverse opinioni, e diversissime sono le ragioni che portano ai loro rispettivi successi. La sbrigativa associazione tra i due compiuta oggi da qualche giornale è frutto di pigrizia e tendenza alla semplificazione per slogan: Pisapia come Vendola, e oplà.

C’è invece un vero dato comune, nella vittoria di Pisapia e nella potenziale vittoria di Vendola: che se il PD non c’è – voi avete visto Bersani a Milano? – e non è convincente come aggregatore della sinistra (ieri non ha perso Boeri, che anzi si è preso un sacco di voti a cui era sconosciuto fino a due mesi fa: ha perso la capacità mobilitatrice e comunicativa del PD), i suoi elettori vanno altrove. Vanno da Pisapia, vanno da Vendola, vanno da Di Pietro, vanno persino da Fini. Stavolta c’era Pisapia, per fortuna.


Vedi anche: