Cosa resterà di Donald Trump

Poche ore fa Donald Trump ha tenuto un discorso in uno stadio di Mobile, Alabama, davanti a 35.000 persone. Una folla notevole, a questo punto della campagna elettorale, peraltro ottenuta in uno stato in cui vota per le primarie a marzo: pochi candidati oggi possono permettersi di investire tempo e risorse in posti che non siano Iowa, New Hampshire, South Carolina e Nevada, cioè gli stati in cui si vota a febbraio. Trump è nettamente primo in tutti i sondaggi che riguardano i Repubblicani e il suo gradimento è stabile: due mesi fa nessuno o quasi avrebbe previsto tutto questo. Quindi?

(segue)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.