15 idee per cominciare a pensare ai regali di Natale

La consueta lista di novembre per chi è impaziente di iniziare o semplicemente non vuole ridursi all'ultimo

Caricamento player

Come ogni anno i consigli di Consumismi per i regali di Natale iniziano con la lista di novembre: per quelli a cui piace talmente tanto farli che vogliono cominciare a pensarci con anticipo e godersi il momento, ma soprattutto per quelli che vogliono evitarsi le corse dell’ultimo minuto, i negozi affollati e gli ordini che non arrivano in tempo.

Di seguito quindi trovate 15 idee per vari gusti e fasce di prezzo. Qui invece trovate la lista di regali di novembre dell’anno scorso e qui quella del 2020. E per chi non vuole perdersi nulla, qui c’è il link per iscriversi alla newsletter di Consumismi, che da mercoledì 30 novembre uscirà due volte alla settimana e sarà dedicata esclusivamente ai regali di Natale.

Una felpa-pile molto morbida
North Face lo chiama maglione, ma in realtà è più che altro una felpa, o un pile: ha il collo a lupetto ma basso, e in vita un cordino per stringerlo sui fianchi e per regolarne la vestibilità, ma è soprattutto molto caldo e morbido al tatto. Una redattrice ha scoperto la morbidezza di questo maglione mentre abbracciava suo fratello, che l’aveva ricevuto in regalo da un’altra persona: ha contribuito a far diventare più lungo e stretto quell’abbraccio. È disponibile in color tortora (quello della foto) o azzurro e costa 90 euro.

Una brocca gorgogliante
È una caraffa di ceramica a forma di pesce che gorgoglia come una gola che deglutisce, sia quando si versa l’acqua, sia quando la si ripone e l’acqua torna verso il fondo. Per questo si chiama “Gluggle Jug”: l’onomatopea è evidente anche per chi non sa bene l’inglese. Viene dal Regno Unito, la produce fin dagli anni Settanta dell’Ottocento un’azienda che si chiama Wade Ceramics: in Italia si trova su Amazon a prezzi che vanno dai 45 euro in su e variano in base a colori e dimensioni. Una redattrice l’ha ricevuta l’anno scorso (dopo che ne avevamo parlato qualche anno fa) e dice che è una delle cose che le danno più gioia.

Per altre idee iscriviti alla newsletter di Consumismi

Un “Gioiello di famiglia”
“Gioielli di Famiglia” è una linea di gioielli artigianali dedicati agli animali domestici realizzati da Giulia Defendenti di Karibu Jewels, orafa milanese. La grafica viene realizzata a partire dalla foto del cane, del gatto o di qualsiasi animale si desideri e prima di procedere all’incisione la bozza viene mandata al cliente per approvazione. I gioielli vengono realizzati in argento 925 oppure oro 9 carati e hanno una finitura satinata. Sono disponibili due tipi di medagliette – tonda e ovale –, due tipi di anello sigillo – tondo e ovale – e il portachiavi. Per tutto il procedimento servono dai 15 ai 20 giorni, quindi per riceverli entro Natale è fondamentale fare l’ordine entro il 10 dicembre al più tardi. Essendo personalizzati e fatti a mano non costano poco: si va dai 120 euro dei portachiavi ai 220 degli anelli.

(Karibu Jewels)

Sempre a tema gioielli e animali domestici ci sono anche le medagliette placcate in oro del marchio Pdpaola con la lettera iniziale del nome del cane: sono pensate per il collare, ma volendo vanno bene anche come portachiavi. Costano 69 euro.

Un libro per imparare il giapponese
O quantomeno per iniziare a farlo, con l’obiettivo di partire dall’alfabeto e memorizzare qualche frase per cavarsela in viaggio. Chikamichi. Giapponese da zero è un manuale scritto da Mitsuhiro Sugiyama, chef giapponese trapiantato in Italia, e Milena Ingrosso, insegnante, con grafiche, illustrazioni ed esercizi pensati per rendere l’apprendimento il più semplice possibile. La prima parola che potete imparare è proprio quella del titolo del libro, chikamichi, che significa “scorciatoia”. Costa 15 euro (Amazon, IBS).

Un orologio Swatch
Da anni sono tornati di moda gli orologi Swatch e un’intera puntata del podcast fatto da Chiara Alessi per il Post, Certe Cose, è dedicata proprio alla loro storia: potete trovarci degli spunti da accompagnare al bigliettino della persona a cui lo regalerete. Ispirata proprio dal podcast, una redattrice che non usava orologi da polso da anni ha comprato questo (80 euro), ma c’è moltissima scelta: per esempio per i fan dei Peanuts o di Dragon Ball, per chi apprezzerebbe un modello ispirato a opere d’arte o per chi preferirebbe qualcosa di più discreto.

Un ex libris
Un timbro per ex libris personalizzato può essere un regalo azzeccato per una persona a cui piace molto leggere e collezionare libri di carta. Per chi non sa cosa sia un ex libris: è un tipo di etichetta da applicare sui propri libri, nelle prime pagine, per indicare di esserne il proprietario. Si chiamano così perché ex libris in latino significa «dalla biblioteca di»: solitamente c’è lo spazio per scrivere il proprio nome o le proprie iniziali, che nel caso dei modelli personalizzati sono già parte del timbro. Segnaliamo due siti che li vendono online con disegni e grafiche molto diverse: Exlibris (il timbro personalizzato costa 24 euro più 7 di spedizione) e Clara De Lorenzi, una grafica italiana che vive a Berlino: qui i timbri standard costano sui 30 euro mentre quelli personalizzati vanno dai 41 ai 51, a cui bisogna aggiungere i costi di spedizione. Per quelli personalizzati di De Lorenzi i tempi di realizzazione arrivano anche a 6 settimane quindi è bene prendere accordi per evitare che arrivino dopo Natale.

“Una stanza tutta per sé”
Per gli scrittori e le scrittrici (o aspiranti tali) a cui volete bene, questo è un libro che illustra e racconta le stanze di scrittrici e scrittori famosi, storici e contemporanei, come Jane Austen, George Orwell, Marcel Proust, Paolo Cognetti, Umberto Eco e altri, per un totale di 50 autori. È scritto da Alex Johnson e illustrato da James Oses: costa 19 euro su Amazon, IBSBookdealer.

Un vaso “di design”
Iittala è un’azienda finlandese produttrice di cose per la casa e uno dei suoi articoli più conosciuti è questo vaso in vetro dai profili ondulati disegnato da Alvar Aalto, uno dei più importanti architetti e designer del Novecento. Il vaso è conosciuto anche come vaso Savoy, perché realizzato nel 1936 dall’architetto e dalla moglie come parte degli arredi per l’omonimo ristorante Savoy di Helsinki. Esiste in più formati e colori, che in questi giorni si trovano scontati sia sul negozio di cose di design Finnish Design Shop che su Amazon: normalmente si va dai 90 ai 180 euro.

Un paio di strambi occhiali da arrampicata
Chi ha idea di come funziona l’arrampicata sa che c’è sempre una persona a terra nel ruolo di assicuratore (in gergo si dice “a fare sicura”): mentre il compagno di arrampicata sale sulla parete è collegato all’assicuratore con una corda, e se dovesse cadere rimarrebbe appeso a un moschettone attraverso cui passa la sua corda. Oltre a questo, il ruolo dell’assicuratore è di tenere d’occhio il proprio compagno e allungargli la corda man mano che sale: questi occhiali permettono di farlo senza alzare continuamente la testa e preservando così il collo. C’è chi si rassegna senza problemi al fatto che se dovrà far sicura a lungo avrà mal di collo, e chi invece li ha provati e dice che sì, ci vuole un po’ per abituarcisi, ma sono effettivamente utili. Su Amazon questo modello con buone recensioni costa 22 euro, ma in questi giorni ne trovate scontati anche su Sestogrado e Oliunid, negozi specializzati in attrezzatura da alpinismo, tra i 30 e i 60 euro.

Una tazza stile Wikipedia
Dall’inizio della pandemia l’account Instagram @depthsofwikipedia, curato dall’americana Annie Rauwerda, raccoglie le cose più bizzarre, divertenti e nascoste di Wikipedia: alcune di queste le mette anche su tazze che si trovano in vendita qui a circa 16 euro. La spedizione dagli Stati Uniti però costa un bel po’ di più di una tazza (27 dollari per la consegna a Milano) e impiega fino a 21 giorni ad arrivare. Un’opzione più abbordabile per consultatori fanatici di Wikipedia sono le tazze prodotte da Wikimedia Italia, l’associazione non profit che dal 2005 opera in Italia per sostenere progetti come Wikipedia, appunto, e OpenStreetMap. Per esempio c’è questa con la definizione “disambigua” di tazza che costa 12 euro, più 5 di spedizione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wikimedia Italia (@wikimediaitalia)

Una caffettiera napoletana
Su consiglio di una redattrice che l’ha ricevuta in regalo e l’ha apprezzata tantissimo. La “moka” napoletana, o cuccumella, ha due serbatoi divisi da un filtro dove viene messo il caffè e, dice lei, «il piacere è nella preparazione stessa». Ci sono tantissimi tutorial e metodi (lei usa questo), ma le regole generali restano le stesse: si riempie il serbatoio dell’acqua, si mette il caffè nell’apposito filtro e si chiude; poi si mette la caffettiera sul fornello e quando l’acqua bolle la si capovolge, in modo che l’acqua scendendo attraversi il filtro con il caffè e passi nell’altro serbatoio; si attende circa cinque minuti (il caffè quindi non sarà bollente ma solo caldo) e il caffè è pronto. Dice che il caffè mantiene bene l’aroma, ma allo stesso tempo non è forte come quello del bar o delle macchine in capsule. Ci tiene a sottolineare che non va bene per gli amanti del caffè corto, ma piacerà molto a quelli del caffè un po’ allungato. Questa versione per una o due tazze costa 35 euro, ma attenzione che non va bene per il piano a induzione.

Trucchi, strass e adesivi colorati ispirati a Euphoria
Nell’ultimo anno si sono viste sempre più persone con appiccicati in faccia strass e piccoli adesivi colorati come fossero trucchi. Gli adesivi facciali si sono diffusi molto nel mondo dello spettacolo, della musica e delle serie tv e sono poi stati ripresi soprattutto dalle giovani della generazione Z (sotto i 26 anni). Il prodotto culturale che ha contribuito di più a questo fenomeno è stata la seconda stagione della serie tv americana Euphoria, uscita in Italia tra gennaio e marzo di quest’anno. Se conoscete qualcuna o qualcuno che potrebbe voler ricreare un trucco su quello stile, su Urban Outfitters ci sono un po’ di opzioni: questi adesivi argentati a 10 euro; queste ciglia finte con cuoricini (18 euro) e questi o questi brillantini (entrambi 7 euro). Sul sito delle profumerie Douglas questi adesivi colorati costano 12.

(Urban Outfitters)

Una redattrice (giovane di età e di fatto) si è invece costruita un set fai da te composto da questa palette di ombretti (72 euro su Sephora), una colla per i brillantini “per assicurarsi che non cadano dalla faccia a metà serata” (sei euro su Amazon), questi brillantini (12 euro) e un eyeliner colorato (7,50 euro su Zalando) o bianco (8,50) di Kiko.

La scienza delle pulizie 
Da qualche settimana è uscito in libreria La scienza delle pulizie, il nuovo libro dell’apprezzato chimico, divulgatore scientifico e youtuber Dario Bressanini. Come i precedenti – La scienza delle verdure, La scienza della pasticceriaLa scienza della carne – è un’accurata spiegazione scientifica, comprensibile e godibile di tutto quello che bisogna sapere (e che quasi mai si sa veramente) sull’argomento. Da quando è uscito ha avuto molto successo: è un regalo adatto a chi ama conoscere le verità scientifiche che ci sono dietro gesti e abitudini quotidiane, o confutare le credenze sbagliate degli altri (per esempio quelli che usano il bicarbonato per disinfettare). Sul Post trovate l’estratto di un capitolo extra sulla pulizia dei metalli, per farvi un’idea. Il libro costa intorno ai 23 euro su Amazon, IBSBookdealer.

Una confezione di sciroppo d’acero canadese
Per gli amanti dei pancake a colazione la domenica mattina, ma anche gli altri giorni (o per cena, come fa a volte una redattrice che ne è golosa), questa scorta da un litro di sciroppo d’acero canadese ha una confezione molto graziosa e ottime recensioni su Amazon. È del marchio Maple Farm, che appartiene all’azienda italiana Alpes, importatrice in Italia e in Europa dello sciroppo d’acero che viene prodotto nelle foreste del Québec, insieme ad altri prodotti della gastronomia canadese (forse lo avrete notato anche in alcuni negozi e supermercati italiani). Quello da un litro è della qualità cosiddetta dark, con un sapore deciso, e costa 26,5 euro: esiste anche in altre confezioni, come questa molto natalizia da mezzo litro a poco più di 18 euro. In frigorifero si conserva per sei mesi. Sempre dello stesso marchio ci sono queste bottiglie a forma di alberello, o veri e propri pacchetti regalo, come questo con bottiglietta in vetro e preparato per pancake o waffle a 25 euro.

Un biglietto per sentire Blanco
Da quando ha vinto il Festival di Sanremo, Blanco è passato da essere un artista apprezzato soprattutto dai giovanissimi (suoi coetanei) a raggiungere anche persone più grandi e con gusti musicali vari. Se tra le persone a cui volete fare un regalo a Natale c’è qualcuno che pensate potrebbe divertirsi a un suo concerto, sappiate che sono da poco uscite due date per la prossima estate (così il rischio che abbia già preso impegni non dovrebbe esserci). Il 4 luglio sarà allo Stadio Olimpico di Roma e il 20 a San Siro, a Milano: i biglietti costano 40 euro. Ha già anticipato che suonerà, tra le altre, anche le canzoni del nuovo album che dovrebbe uscire a breve.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BLANCO🇮🇹 (@blanchitobebe)

– Ne vuoi ancora? Qui c’è la lista di regali dello scorso novembre e qui quella del 2020.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.