• Sport
  • domenica 29 Marzo 2020

I giocatori e l’allenatore della Juventus rinunceranno a 4 mesi di stipendio

I calciatori e l’allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, hanno trovato un accordo con la società per ridurre i proprio compensi di un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020 (cioè, spiega un comunicato, «la restante parte della corrente stagione sportiva»). La decisione è stata presa in seguito alla sospensione della Serie A e delle competizioni europee per limitare il contagio da coronavirus (SARS-CoV-2) e per venire incontro alla società in un momento economicamente complicato: il taglio degli stipendi permetterà di risparmiare 90 milioni di euro (circa un terzo del monte ingaggi complessivo). Il comunicato spiega inoltre che «nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti».

Se le competizioni della stagione dovessero riprendere, verranno negoziate eventuali integrazioni dei compensi. La Juventus è la prima squadra italiana di Serie A ad aver trovato un accordo di questo tipo per ridurre i compensi.

(Emilio Andreoli/Getty Images)