• Mondo
  • venerdì 15 giugno 2018

Boris Becker ha chiesto l’immunità diplomatica per bloccare un possibile esproprio di beni

L’ex tennista tedesco Boris Becker ha chiesto l’immunità diplomatica per bloccare un possibile esproprio di beni dopo che nel giugno 2017 era stato condannato per non aver pagato un grosso debito con una banca britannica. Dallo scorso aprile, Becker è un membro della missione diplomatica della Repubblica Centrafricana presso l’Unione Europea, con incarichi che riguardano lo sport e la cultura. Secondo gli avvocati di Becker, questo ruolo gli garantisce immunità da ogni azione legale in un altro paese senza il consenso della Repubblica Centrafricana.

Nel giugno 2017, Becker era stato condannato per non aver pagato un debito alla banca privata Arbuthnot Latham, che recentemente aveva fatto nuovamente causa a Becker per ottenere un risarcimento. Becker, che in carriera ha vinto tre volte Wimbledon, lavora da tempo come commentatore sportivo per BBC.

Boris Becker premiato con un riconoscimento onorario alla Coppa Davis, Hannover, 4 marzo 2016 (Julian Stratenschulte/dpa via AP)