• Italia
  • giovedì 8 marzo 2018

Un gruppo di hacker ha pubblicato indirizzi e password di 26 mila caselle email di insegnanti italiani

Un gruppo di hacker ha pubblicato indirizzi e password di oltre 26 mila caselle mail di insegnanti italiani di tutte le scuole. Il gruppo di hacker ha diffuso le informazioni insieme a un comunicato in cui attacca la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, la riforma della scuola del governo Renzi, la cosiddetta “Buona scuola” e in particolare il programma “alternanza scuola lavoro”, tramite il quale gli studenti delle scuole superiori svolgono un certo numero di ore di stage gratuito in aziende convenzionate con il ministero.

Secondo il gruppo di hacker, che si fa chiamare LulzSec e che sostiene di far parte di Anonymous, un collettivo internazionale di hacker, i partecipanti al programma di alternanza scuola lavoro «vengono anche sfruttati solo per il vostro interesse nell’avere manodopera giovane e gratuita. Siete solo aguzzini che sfruttano l’esperienza nulla che hanno i giovani d’oggi approfittandovene per il vostro tornaconto personale». I dati diffusi dal gruppo permettono a chiunque di avere accesso alle caselle di posta degli insegnanti e a tutte le informazioni che contengono. Secondo quanto scrive l’agenzia AGI, le informazioni sono state ottenute violando alcuni siti del ministero e alcuni forum internet utilizzati da insegnanti.

(ROSLAN RAHMAN/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.