Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e candidato presidente della regione Lazio, è indagato per omicidio colposo nell’indagine sul crollo di una palazzina

Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e candidato presidente della regione Lazio, è indagato per omicidio colposo nell’indagine sul crollo di una palazzina durante il terremoto che colpì il centro Italia il 24 agosto 2016. Pirozzi è accusato di non aver controllato l’agibilità di una edificio che era stata evacuata dopo il terremoto dell’Aquila nel 2009 e all’interno della quale erano stati fatti lavoro di ripristino. Secondo i magistrati, i lavori furono eseguiti senza rispettare le leggi sulla prevenzione sismica, ma nonostante questo Pirozzi e i suoi collaboratori stabilirono che l’abitazione era agibile. L’edificio è poi crollato la notte del 24 agosto causando la morte delle persone che si trovavano al suo interno. Pirozzi, vicino al centrodestra e all’estrema destra, è candidato da indipendente alla presidenza della regione Lazio.

Continua sul Post