• Italia
  • giovedì 14 settembre 2017

L’AgCom vuole multare Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb perché rinnovano le offerte ogni 4 settimane, invece che ogni mese

Oggi l’Autorità garante nelle comunicazioni (AgCom) ha detto che avvierà «procedimenti sanzionatori» nei confronti delle compagnie telefoniche Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb, che rinnovano le offerte ai clienti ed effettuano le fatturazioni ogni quattro settimane, invece che ogni mese. In questo modo, offrendo un’offerta per esempio a 20 euro al mese, le compagnie possono riscuotere 13 mensilità all’anno, invece che 12. AgCom ha spiegato che aveva deciso lo scorso marzo che «per la telefonia fissa e per le offerte convergenti l’unità temporale per la cadenza delle fatturazioni e del rinnovo delle offerte dovesse avere come base il mese o suoi multipli», ma che le compagnie non hanno rispettato quest’indicazione. Il comunicato di AgCom dice anche che si stanno «valutando l’adozione di ulteriori iniziative, anche per evitare che le condotte dei principali operatori di telecomunicazioni possano causare un effetto di “trascinamento” verso altri settori, caratterizzati dalle stesse modalità di fruizione dei servizi». Potrebbe essere un riferimento alla recente decisione di Sky di far pagare l’abbonamento ogni 4 settimane, e non ogni mese, a partire dall’ottobre 2017.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.