Foto Roberto Monaldo / LaPresse
  • postit
  • giovedì 8 Ottobre 2015

Il vicepresidente di Unicredit Fabrizio Palenzona è indagato dalla Direzione Distrettuale Antimafia per diversi reati finanziari

Foto Roberto Monaldo / LaPresse

Fabrizio Palenzona, vice presidente di Unicredit con tanti altri incarichi in varie società pubbliche e private, è indagato nell’ambito di una inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze con l’accusa di reati finanziari aggravati dall’articolo 7, e cioè favoreggiamento a Cosa nostra. E stamattina gli uffici di Palenzona sono stati perquisiti dai carabinieri del Ros, ai quali la Procura di Firenze ha affidato l’indagine.

Con Palenzona sono indagate altre dieci persone: tra questi l’imprenditore trapanese Andrea Bulgarella, accusato di reimpiego di beni e favoreggiamento a Cosa Nostra e che, sospettano gli investigatori, potrebbe avere collegamenti diretti o indiretti con il superlatitante Matteo Messina Denaro, l’ultimo dei grandi capi di Cosa Nostra che da decenni viene ricercato ma mai trovato. In tutto gli indagati sono dieci tra imprenditori ed alcuni funzionari di Unicredit ed i loro uffici a Roma, Palermo, Trapani e Firenze sono stati perquisiti dai carabinieri del Ros, che hanno acquisito documentazioni bancarie relative ai rapporti tra l’imprenditore editore trapanese ed Unicredit.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.