La fine di “How I Met Your Mother”

Cose da sapere se non avete mai visto una delle serie tv più popolari di sempre, finita lunedì, e se non la volete neanche vedere (che è pieno di spoiler)

di Luca Misculin – @LMisculin

Nel frattempo Lily e Marshall si sono sposati e sono andati a vivere per conto loro, mentre Robin si è messa con Barney, il migliore amico di Ted (siamo alla quinta stagione). Dopo varie vicissitudini, Marshall e Lily fanno due figli e Robin si lascia e poi si rimette con Barney, e i due infine decidono di sposarsi: l’ultima stagione, la nona, si svolge nell’arco dei due giorni che precedono la cerimonia. Nel corso della stagione ci vengono mostrati alcuni flashback degli anni successivi, in cui Ted e Tracy, cioè “la madre”, stanno assieme (il loro primo incontro, però, viene mostrato solo a dieci minuti dalla fine dell’ultima puntata).

(Le 10 serie tv più scaricate)

Nel corso dell’ultima puntata, Barney e Robin si sposano e Ted incontra finalmente la madre dei suoi figli: negli ultimi minuti, però, in un veloce riepilogo di ciò che sarebbe successo nei 16 anni successivi (cioè tra il 2014 e il 2030, quando è ambientato il racconto di Ted ai figli), viene spiegato che Barney e Robin si separano dopo poco tempo e che la madre di Ted muore nel 2024, dieci anni dopo il loro primo incontro. Nei minuti finali (in una scena girata peraltro nel 2006, quando i ragazzi avevano ancora l’aspetto delle prime puntate) i due figli capiscono che la storia si è concentrata molto di più sul rapporto fra Robin e Ted che su quello fra Tracy e Ted: e intuiscono che Ted sta chiedendo loro implicitamente di poter frequentare di nuovo Robin, dopo circa vent’anni. Nella scena finale, Ted si presenta sotto al balcone della casa di Robin con in mano un corno blu, nello stesso modo con cui 25 anni prima, nel corso della prima puntata della serie, si era dichiarato alla stessa Robin.

Cosa se ne è detto, di questo finale 
La puntata finale ha raccolto pareri molto diversi fra loro, ma in larga parte negativi. Alyssa Rosenberg ha scritto un lungo pezzo sul Washington Post intitolato eloquentemente “In che modo il finale di HIMYM ha tradito l’idea stessa della serie”. Rosenberg, nell’articolo, spiega che «è stato molto irritante scoprire che la famosa “madre” – inseguita per 208 episodi – è stata solamente una sorta di espediente narrativo. Tutta questa parte della storia serviva semplicemente a riunire Ted con Robin, con cui ha avuto rapporti per tutti questi nove anni: è stata la più sciatta – e la più facile – risposta alle esigenze di Ted che la serie poteva dare». Rosenberg prosegue scrivendo che la storia di “How I Met Your Mother” deve molto del suo successo all’essersi occupata del lato “difficile” delle relazioni, e la stessa idea che la storia fra Barney e Robin – dopo una lunga costruzione – possa essere risolta in metà dell’episodio finale risulta quantomeno strana.

(Le migliori sigle delle serie tv, spiegato)

Esther Breger, su New Republic, si è inoltre lamentata del fatto che la «dolce e credibile» storia fra Ted e Tracy sia stata interrotta  «per mostrare Ted che ripete lo stesso gesto del primo episodio: è sembrata addirittura più vicina a una citazione divertita, piuttosto che una trovata riciclata». TIME, in un articolo pubblicato ieri, ha però elencato tre motivi per i quali gli appassionati della serie avrebbero dovuto aspettarsi questo colpo di scena (e quindi non esserne così scandalizzati):

1. Perchè la storia delle serie televisive ce lo ha spesso insegnato. Come Friends e Sex And The City, anche questa serie ha sempre basato parte della propria attrattiva sul tira e molla fra Ted e Robin nel corso delle varie stagioni: era piuttosto scontato che la loro storia si sarebbe chiusa più o meno nello stesso modo in cui era iniziata.

2. A dispetto del titolo, la serie non è mai stata incentrata sulla “madre”. Se così fosse stato, perché ci avrebbero messo otto intere stagioni a mostrarcela e praticamente tutta la serie per rivelarci il suo nome? La serie, secondo molti, riguardava le relazioni in generale e il necessario percorso emotivo che una persona è costretta a fare prima di essere pronta ad incontrare la madre dei propri figli. [opinione peraltro condivisa da Joshua Radnor, l’attore che recita la parte di Ted].

3. La serie non è nuova a colpi di scena. Fin dal primo episodio gli autori hanno fatto intuire che Robin potesse essere “la madre”. “How I Met Your Mother” ha sempre giocato con colpi di scena e depistaggi nella trama, con episodi che presentavano più punti di vista della stessa vicenda oppure elementi di trama orizzontale che spuntavano all’improvviso dopo un sacco di tempo: insomma, ha sempre tenuto in sospeso i propri spettatori.

Uno dei due creatori della serie, Craig Thomas, ha risposto su Twitter alle molte reazioni immediatamente dopo la messa in onda del finale.


Ma quindi ci sarà uno spin-off?
Probabilmente sì, anche se non si tratterà di uno spin-off vero e proprio, la cui definizione prevede che almeno un attore della “vecchia” serie partecipi a quella nuova, nonostante la storia sia diversa (esempi di spin-off: “Joey”, incentrato su uno dei protagonisti di “Friends”, Joey Tribbiani e “Angel”, spin-off di “Buffy: l’ammazzavampiri”). Per ora non se ne sa molto, dato che il primo episodio è ancora in fase di produzione e le riprese non sembrano essere iniziate: la storia avrà come protagonista una ragazza (l’attrice americana 30enne Greta Gerwig, che recentemente ha recitato fra le altre cose anche in To Rome With Love di Woody Allen) il cui matrimonio non funziona e che avrà un gruppo di amici composti da una coppia omosessuale (di cui uno dei due è suo fratello) e altri due amici.

Per il momento, però, nessuna rete televisiva ne ha acquistato i diritti per trasmetterlo, e non è chiaro se questo succederà. Uno dei due autori, Craig Thomas, ha comunque detto che la loro volontà riguardo la nuova serie è quella di «attirare gli spettatori con una cosa totalmente nuova, con nuovi contesti e attori». L’altro sceneggiatore, Carter Bays, ha eloquentemente scritto nella propria biografia di Twitter: «co-ideatore e produttore esecutivo di How I Met Your Mother (e forse di How I Met Your Dad, se qualcuno se lo piglia)».

Cosa faranno ora gli attori protagonisti
Grazie al successo di “How I Met Your Mother”, i protagonisti hanno nel frattempo fatto anche cose diverse fra cinema, teatro e televisione, e altre ne faranno prossimamente. Joshua Radnor, che interpreta il protagonista Ted, nel 2010 aveva presentato al Sundance Festival Happythankyoumoreplease, un film scritto, diretto e interpretato da lui stesso, che ha ottenuto un buon successo. Liberal Arts, il suo secondo film, è uscito al Sundance nel 2012 e ha ottenuto recensioni ancora migliori. Secondo TIME, Radnor ha detto di voler lavorare a nuovi film come regista.

Jason Segel fa parte della cricca degli attori che gira attorno al produttore Judd Apatow (già nel 1999 recitò assieme a Seth Rogen e James Franco in “Freaks and Geeks”, comedy prodotta da Apatow), nel 2008 è stato il protagonista della commedia Forgetting Sarah Marshall assieme a Kristel Bell e ha recitato in diverse commedie fra cui Bad Teacher con Cameron Diaz. Ha appena iniziato a girare The End of the Tourun film sulla vita dello scrittore americano David Foster Wallace in cui reciterà proprio la sua parte.

Neil Patrick Harris è stato fra i protagonisti del musical televisivo di buon successo “Dr. Horrible’s Sing-Along Blog” e nei prossimi mesi reciterà in un musical di Broadway intitolato Hedwig and the Angry Inch. Allison Hannigan ha partecipato all’ultimo film della serie American Pie e ha detto a TIME che vorrebbe recitare in un’altra serie televisiva lunga. Cobie Smulders sarà presente in due grossi film che usciranno fra poco, cioè Captain America: The Winter Soldier con Scarlett Johansson e il nuovo film della saga The Avengers, diretto da Joss Whedon.

 

« Pagina precedente 1 2