BRAAAM!

La storia di un suono che dalla colonna sonora di "Inception" è finito un po' ovunque

di Giovanni Zagni – @giovannizagni

Il protagonista dell’articolo era il compositore e sound designer Mike Zarin: cioè il vero autore, diceva The Playlist, del famoso braaam. Zarin aveva deciso di dire la sua dopo aver letto l’intervista di Zimmer con Vulture. «Vedere qualcuno dall’interno, che sa esattamente come sono andate le cose, mentire senza pudore, mi ha dato fastidio. Ho sentito la necessità che la verità sull’intero processo venisse spiegata una volta per tutte». Zarin cominciava dicendo che la prima volta in cui, stando alla sua memoria, un suono “distinto, ripetuto” veniva usato più volte nello stesso trailer era stato in occasione di Transformers, il film di fantascienza diretto da Michael Bay e uscito nel 2007.

Ad ogni modo non era quello che aveva in mente quando, nel 2009, fu contattato dall’agenzia pubblicitaria BLT Communications per lavorare alla campagna di lancio di Inception, per cui erano appena cominciate le riprese. Bisognava pensare a un trailer e, naturalmente, alle sue musiche, con a disposizione quasi soltanto la sceneggiatura. Tra le pagine era nominata la canzone di Édith Piaf, che nell’idea di Nolan doveva suonare, rallentata, ogni volta che si entrava in un nuovo livello dei sogni.

Zarin disse che scrivere la musica per il primo trailer richiese tra le quattro e le sei settimane. Fu un lavoro di squadra insieme al montatore Dave Rosenthal e alla produttrice Lauri Brown. Dato che l’unico girato che avevano a disposizione era quello di Leonardo DiCaprio su un treno, Zarin provò a sfruttare lo spunto. Andò in metropolitana e registrò un po’ del rumore di fondo. Dice Zarin: «Musicalmente, la direzione [per la colonna sonora del trailer] era: siamo addormentati su questo treno, qualcosa sta lentamente rotolando, c’è qualcosa che cresce lentamente, si sviluppa e si sviluppa, e poi ti colpisce in faccia».

La creazione del braaam, a partire da quei materiali e da quegli spunti, fu un processo in cui i tre collaborarono molto, e Zarin non ha problemi ad ammettere che alcune delle trovate più importanti – come utilizzare gli ottoni invece delle percussioni – non furono sue. Nell’ultima settimana di lavoro, poi, Nolan inviò al gruppo un brano dalla colonna sonora del suo film di due anni prima, The Dark Knight, chiedendo che il materiale già pronto per il trailer venisse “aggiustato” tenendo conto di quel brano (Always a Catch). Il risultato fu il primo braaam, che comparve nel primo teaser trailer di Inception.

Zarin racconta che il braaam del primo trailer andò incontro a molte altre trasformazioni nel seguito della produzione del film: nel secondo trailer entrò in gioco la “squadra di Hans Zimmer”, che partì dalle idee del primo ma aggiunse un’ampia parte orchestrale inedita. Nel terzo, infine, quello che probabilmente contribuì a far diventare famoso il braaam prima ancora che il film fosse nelle sale, il suono era inserito in un brano composto sulla base dei materiali precedenti, Mind Heist del compositore Zack Hemsey, allora 27enne.

Zarin conclude ripetendo che la composizione del braaam fu un lavoro di squadra, e che Zimmer non ha alcun diritto di prendersene il merito: «Uno dei motivi per cui non ho detto niente, il motivo principale, è che fu uno sforzo collaborativo. Non mi è venuto in mente da solo. L’intera idea [di un suono di impatto] è stata di Dave».

« Pagina precedente 1 2