• Media
  • lunedì 6 Gennaio 2014

Il video della bambina bravissima con la lingua dei segni

Ha quattro anni: Slate ha spiegato perché ha interpretato "magistralmente" una poesia di Natale

Nella sua performance, la bambina non solo rappresenta il narratore della storia e una serie di altri personaggi che ne fanno parte, ma mette in scena anche se stessa e le proprie emozioni. Qui per un attimo esprime i suoi sentimenti senza interrompere il ritmo della narrazione.

s

Continua a spostarsi senza problemi dalle diverse prospettive e punti di vista.

n

n2

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali

n3

n4

Di seguito, un ottimo esempio di come la bambina mescola correttamente i gesti del linguaggio dei segni a gesti che comunemente si fanno mentre si parla (strizzare l’occhio, per esempio) esprimendo sentimenti ed emozioni che un’altra persona non sordomuta trasmetterebbe con il tono della voce e con le espressioni del viso.

g

n3

La conclusione: “Buon Natale a tutti e a tutti una buona notte”. Mentre termina il suo racconto, rallenta, come a trattenere l’attenzione di chi la guarda con i piccoli palmi delle sue mani. Slate si chiede: «C’è mai stato un finale più dolce di questa poesia?»

f

« Pagina precedente 1 2