Berlusconi non è più senatore

È finita, almeno in Parlamento: il Senato ha votato per la decadenza

11:27 – Casini: seguiamo la via più impervia, mettiamo il Senato davanti al rischio di ricevere eccezioni dalla Corte europea, lasciamo che sia sancita amministrativamente la decadenza di Berlusconi in seguito alla sua cancellazione dalle liste elettorali.

11:21 – Casini contesta anche la scelta di effettuare un voto palese e non segreto.

11:17 – Il senatore Casini chiede “una sospensiva” sulla votazione legata alla decadenza.

11:15 – Interviene Pier Ferdinando Casini (UdC) per propor… perde gli occhiali, si china a raccoglierli, attimi di suspense.

11:11 – Il senatore Stefano sta intanto concludendo la sua relazione.

11:08 – Gli iscritti a parlare in Senato durante il dibattito sulla decadenza sono 25, quasi tutti del centrodestra. Interverrà anche un senatore del Movimento 5 Stelle.

10:55 – Il senatore Stefano ricorda a Berlusconi che la Giunta non è un tribunale e che la sentenza è stata emessa dalla magistratura, in via definitiva.

10:45 – Inizia la relazione di Dario Stefano (SEL), presidente della Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari, sulla decadenza del senatore Silvio Berlusconi. Potete seguire i lavori del Senato anche in diretta video.

10:44 – Il presidente Grasso spiega che gli ordini del giorno che contestano il voto palese non possono essere presi in considerazione.

10:42 – Alcune agenzie di stampa riferiscono che il voto sulla decadenza potrebbe essere anticipato alle 17, con dichiarazioni di voto dalle 15:30. In questo modo Silvio Berlusconi potrebbe tenere un breve comizio a Roma dopo la votazione. La notizia è da confermare e va presa con le molle.

10:34 – Secondo Schifani nei fatti è stato modificato il regolamento del Senato, senza che però ci fosse un voto sulla modifica in aula. Si è arrivati “al voto palese seguendo una regola non scritta”.

10:32 – Interviene Renato Schifani di Nuovo Centrodestra e critica “il percorso anomalo” della modifica del regolamento del Senato sulla votazione palese e non a scrutinio segreto.

10:30 – Russo cita precedenti alla Camera dei Deputati, spiegando che anche sulla base di questi si è deciso per il voto palese nella Giunta. Chiede che sia considerato un punto chiuso e già dibattuto.

10:27 – Il senatore Francesco Russo del Partito Democratico interviene: fa parte della Giunta del regolamento e spiega le motivazioni con cui questa ha scelto per il voto palese.

10:25 – Palma ha finito e inizia il suo intervento Enrico Buemi del Partito Socialista Italiano. Ribadisce che il regolamento del Senato parla di scrutinio segreto in casi come quello in discussione oggi.

10:23 – Grasso, di solito molto fiscale sui tempi concessi per gli interventi, oggi è più permissivo.

10:22 – Tra circa un’ora, intanto, il presidente del Consiglio Enrico Letta terrà una conferenza stampa sui cambiamenti all’interno della maggioranza dopo il passaggio di Forza Italia all’opposizione.

10:20 – Il senatore Palma è entrato in un tunnel di tecnicismi, commi, articoli negli ultimi minuti del suo intervento.

10:18 – Silvio Berlusconi ha fatto sapere che non andrà in aula al Senato per la votazione, e che in serata non parteciperà alla trasmissione “Porta a Porta” su RaiUno, come in precedenza annunciato dal suo conduttore Bruno Vespa. Prima del voto tornerà ad Arcore, salvo nuovi cambi di programma.

10:14 – Palma ricorda che nei casi precedenti su autorizzazioni a procedere nei confronti dei parlamentari si è di prassi votato con scrutinio segreto in Senato. “La prassi precedente denuncia in maniera chiara come questa decisione – che non aggettivo per non surriscaldare il clima – sia una vera e propria modifica e necessita quindi di un passaggio in aula e di un voto a maggioranza qualificata”.

10:13 – Il voto segreto è visto più favorevolmente dai membri di Forza Italia: si pensa che in questo modo diversi senatori indecisi potrebbero sentirsi meno in difficoltà nel votare contro la decadenza di Berlusconi.

10:12 – Interviene in aula il senatore Nitto Francesco Palma di Forza Italia, sempre sulla decisione della Giunta del regolamento che ha dato indicazione su voto palese e non a scrutinio segreto.

10:10 – A Roma c’è intanto qualche preoccupazione legata alla manifestazione a sostegno di Berlusconi in via del Plebiscito. È prevista la partecipazione di qualche migliaio di persone, che faranno un sit-in.

10:07 – Interviene Maria Elisabetta Alberti Casellati di Forza Italia, ricordando che per i voti su singole persone di prassi si effettua il voto con scrutinio segreto e non palese, come previsto per la decadenza di Silvio Berlusconi.

10:05 – Il presidente del Senato Pietro Grasso riapre i lavori.

10:03 – Per ingannare l’attesa potete guardare le foto di ieri notte in Senato, con la sciarpa rossa preferita del presidente del Consiglio Enrico Letta.

Foto Senato

10:00 – Approvate le ultime sulla legge di bilancio, il Senato si aggiorna alle 10:05 per il proseguimento della seduta.

9:58 – Il deputato Fabrizio Cicchitto, passato a Nuovo Centrodestra (la parte che si è scissa dal PdL e che sostiene ancora il governo), ieri ha spiegato sulla Stampa come sono andate le cose sulla grazia mancata per Silvio Berlusconi.

9:54 – Nei giorni scorsi Silvio Berlusconi ha usato parole molto dure sulla sua decadenza, parlando tra le altre cose di “colpo di stato“. Ha anche detto che il presidente della Repubblica avrebbe dovuto dargli la grazia senza che ne fosse fatta richiesta. Giorgio Napolitano ha risposto con una nota, chiarendo come funzionano le cose.

9:52 – In Senato i lavori sono già iniziati, ma prima di occuparsi della decadenza i senatori devono votare sul bilancio dello Stato. Nella notte hanno dato la fiducia al governo sulla legge di stabilità.

— — —

Oggi il Senato vota sulla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, condannato il primo agosto in via definitiva a quattro anni per evasione fiscale (la pena è stata ridotta di tre anni grazie all’indulto del 2006). I senatori discuteranno la decisione della Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari del Senato, che a ottobre ha espresso a maggioranza la propria posizione favorevole alla decadenza.

Qui trovate una guida alla giornata, mentre qui potete seguire la diretta streaming. Il voto finale dovrebbe esserci intorno alle 19 di questa sera.

Hanno annunciato di essere favorevoli alla decadenza di Berlusconi il Partito Democratico, il Movimento 5 Stelle, Sinistra Ecologia Libertà, Scelta Civica (anche se la parte UdC vicina a Pierferdinando Casini potrebbe votare contro) e il gruppo Autonomie-PSI. Contro la decadenza ci sono Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Lega Nord e GAL, al cui interno ci sono dissensi e che potrebbe quindi non votare unito.

Forza Italia ha annunciato che ci sarà una manifestazione a Roma, a sostegno di Silvio Berlusconi, nelle ore in cui si discuterà la decadenza. Potrebbero esserci iniziative di ostruzionismo da parte di alcuni senatori del centrodestra anche in aula, che potrebbero complicare lo svolgimento dei lavori e la votazione.

« Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7