• Sport
  • venerdì 6 Settembre 2013

La più forte tennista cinese di sempre

Si chiama Li Na, ha una storia originale, un rapporto difficile con i media del suo paese, e questa settimana New York arrivata dove nessun cinese era mai arrivato

di Antonio Russo – @ilmondosommerso

Tra gli allenamenti a cui Rodriguez la sottopone, Li Na ne ha citato al New York Times uno in particolare: per circa 45 minuti Rodriguez la costringe a effettuare dei rapidi scatti a piedi nudi su un campetto di sabbia, concedendole solo una pausa di 30 secondi tra una serie e l’altra (che è proprio il tempo che trascorre mediamente tra un punto e l’altro, nelle partite di tennis). «Come ha fatto Justine a resistere con Carlos per quindici anni? Io sto per morire dopo tre giorni», disse Li a suo marito Jiang.

Rodriguez racconta che nel sistema nazionale cinese Li non ha mai ascoltato una sola parola positiva in dieci anni o più, e che a volte Li trasforma questa negatività in odio verso sé stessa. Anche Justine Henin inizialmente era psicologicamente fragile, ha detto Rodriguez, che con Justine Henin però poté lavorare da quando lei aveva 13 anni. Con Li la cosa è più complicata, ha spiegato: a 31 anni è una donna con un carattere già completamente formato, ed è molto difficile per lui spingerla a esprimersi e a parlare delle esperienze che si porta dentro, visto che nessun suo allenatore le ha mai chiesto di farlo prima d’ora.

Che tennista è Li Na?
Li Na è una tennista molto veloce, di buona tecnica e di grande resistenza: ha un’ottima visione di gioco, ma alcuni osservatori la ritengono un po’ troppo fallosa e un po’ troppo discontinua nelle sue prestazioni. Esprime il suo miglior tennis giocando da fondo campo, anche se il suo nuovo allenatore le suggerisce di scendere più spesso a rete, per risparmiare energie. È una tennista completa, ma il suo colpo migliore rimane il rovescio a due mani: il lungolinea, in recupero, le riesce spessissimo (e le vale punti che sembravano persi).

Delle altre prime dieci tenniste del ranking solo Serena Williams è più vecchia di Li Na, di un anno, ma secondo Rodriguez a Li restano almeno altri due anni di gioco ad alti livelli.

E chi è la tennista più forte, oggi?
Nel tennis maschile la situazione è abbastanza facile da leggere: ci sono molti ottimi tennisti e quattro campioni indiscussi (Novak Djokovic, Rafael Nadal, Roger Federer e Andy Murray, ultimo vincitore a Wimbledon). Nel femminile è più complicato.

La tennista numero uno nel ranking e, con ogni probabilità, la più forte in circolazione è ancora Serena Williams. Ma a causa di un periodo di relativa instabilità – e anche a causa dell’infortunio che nel 2011 tenne Williams a lungo ferma – negli ultimi anni diverse tenniste si sono alternate in cima alla classifica senza che emergesse una vera prevalenza, e a volte senza che la numero uno del ranking avesse neppure mai vinto un torneo del Grande Slam (come nel caso della danese Caroline Wozniacki o della serba Jelena Janković). Ora come ora, le migliori due tenniste dopo Serena Williams probabilmente sono la russa Maria Sharapova e la bielorussa Victoria Azarenka.

Pochi mesi fa la situazione è sembrata ancora più incerta, a Wimbledon, quando in semifinale si ritrovarono quattro tenniste che non avevano ancora mai vinto un torneo del Grande Slam (alla fine vinse la francese Marion Bartoli, che ad agosto ha annunciato il suo ritiro). Li Na, al contrario di Wozniacki e Janković, sta nel gruppo di quelle tenniste che hanno vinto trofei del Grande Slam pur senza essere mai state numero uno: ma al momento, quando è nella giornata giusta, se la gioca contro chiunque.

Aggiornamento: Li Na ha poi perso la semifinale degli US Open contro Serena Williams, 6-0 6-3.

« Pagina precedente 1 2 3