Il regolamento delle primarie del PdL

Che cosa dicono i 55 articoli che regoleranno la scelta del candidato a PresdelCons del partito del fu PresdelCons

IV. LE INCOMPATIBILITÀ

9. Le cariche di componente del Comitato Organizzatore, di componente del Comitato dei Garanti e di Candidato alle Primarie sono tra loro incompatibili.

V. L’ELETTORATO ATTIVO

10. Potranno votare alle Primarie del PDL tutti i cittadini italiani che il giorno delle votazioni risultino iscritti nelle liste elettorali del comune di residenza e che, contestualmente all’espressione del voto, sottoscrivano la Carta dei Valori del Popolo della Libertà e versino 2 Euro quale contributo all’organizzazione delle Primarie, nonché con le stesse modalità di cui sopra i cittadini italiani maggiori di anni 16, la cui domanda di iscrizione al Popolo della Libertà sia pervenuta alla sede centrale del Pdl entro il giorno 24 novembre alle ore 12.

11. Il Comitato Organizzatore potrà emanare apposite disposizioni per assicurare ai cittadini italiani residenti all’estero la possibilità di votare alle elezioni primarie del PDL.

VI. L’ELETTORATO PASSIVO

12. Possono candidarsi tutti i cittadini italiani in possesso dei requisiti di eleggibilità alla Camera dei Deputati.

13. Entro lunedì 19 novembre tutti coloro che intendono candidarsi dovranno sottoscrivere, pena l’inammissibilità, un documento predisposto dal Comitato Organizzatore, attestante:
a) l’impegno a osservare il presente Regolamento;
b) l’adesione alla Carta dei Valori del PDL;
c) la sottoscrizione della seguente dichiarazione di intenti: «Io sottoscritto, candidandomi alle elezioni primarie indette dal Popolo della Libertà, mi impegno, qualunque sia l’esito della consultazione, a garantire il mio sostegno politico ed elettorale al Pdl e al centrodestra italiano»;
d) l’impegno a supportare nelle elezioni politiche il candidato che risulterà vincitore nelle elezioni primarie;
e) il deferimento esclusivo al Comitato Organizzatore di ogni controversia relativa allo svolgimento delle Primarie, a questioni di carattere regolamentare, interpretativo, ovvero afferente allo svolgimento delle operazioni di voto o di scrutinio, e in grado successivo, alla Commissione di Garanzia la cui decisione è inappellabile.

14. Per essere ammessi alle Primarie, i candidati devono depositare presso la sede del Comitato Organizzatore, via dell’Umiltà 36, 00187, Roma, entro le ore 12.00 del giorno 25 novembre 2012 almeno 10.000 firme. In ciascuna Regione non potranno essere raccolte più di 2000 firme.

15. Possono sottoscrivere la candidature tutti in cittadini in possesso dei requisiti di cui all’art. 10 del presente Regolamento.

16. Le candidature devono essere sottoscritte su appositi moduli predisposti dal Comitato Organizzatore. Sono valide anche le sottoscrizioni ottenute via internet utilizzando il meccanismo di registrazione e di validazione della sottoscrizione predisposto nel sito web del Pdl. Allo scopo di garantire la regolarità della sottoscrizione possono sottoscrivere on line una candidatura i cittadini italiani i cui dati siano disponibili nei database a disposizione del nostro movimento politico alla mezzanotte di mercoledì 7 novembre.

17. I moduli per l’accettazione di candidatura e per la raccolta delle sottoscrizioni riportano il contrassegno del partito del Popolo della Libertà.

18. Le sottoscrizioni si ritengono valide se raccolte e certificate in presenza di iscritti al Popolo della Libertà che ricoprano uno dei seguenti incarichi: parlamentare nazionale o europeo; consigliere o assessore regionale, consigliere o assessore provinciale, consigliere o assessore di Comune, sindaco. Oppure raccolte e certificate in presenza di notai, giudici di pace, cancellieri, segretari provinciali e comunali.

19. Il Comitato Organizzatore procede alla verifica della validità delle sottoscrizioni delle candidature. Trascorse 48 ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature, il Comitato rende noti i nomi delle candidature validate, trasmettendo l’elenco con la relativa documentazione alla Commissione di Garanzia, la quale individua eventuali candidature incompatibili con i principi di moralità e di legalità e con le finalità politiche del PDL, decretandone l’esclusione in maniera inappellabile. Espletati gli adempimenti di cui all’articolo precedente, la Commissione di Garanzia redige l’elenco definitivo delle candidature, procede al sorteggio dell’ordine dei nomi dei candidati da riportare sulla scheda dandone comunicazione scritta al Comitato Organizzatore. Il Comitato Organizzatore pubblica immediatamente l’elenco sul sito del PDL.

VII. LA CAMPAGNA ELETTORALE E IL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI CANDIDATI

20. Il Comitato Organizzatore, in collaborazione con i Comitati Organizzativi Regionali e Provinciali, cura l’adeguata pubblicizzazione delle primarie del PDL.

21. La campagna elettorale deve essere improntata a una competizione franca e leale. Sono proibite tutte le azioni propagandistiche che risultino offensive nei confronti della sensibilità comune, dell’interesse nazionale, dell’immagine del PDL e della personalità dei candidati. Ogni iniziativa propagandistica o di confronto tra i candidati deve essere finalizzata a promuovere la partecipazione delle italiane e degli italiani alla vita democratica del Paese, alle elezioni primarie e al dibattito politico del PDL.

22. Gli impegni economici relativi alla campagna elettorale devono essere assunti secondo principi di sobrietà e trasparenza.

23. Sono considerate “spese sostenute dal candidato” tutte le spese immediatamente riconducibili alla campagna elettorale del candidato, comprese quelle effettuate con fondi devoluti, in forma di contributo volontario, da qualunque soggetto.

« Pagina precedente 1 2 3 4 Pagina successiva »