• Sport
  • venerdì 24 Agosto 2012

Guida completa alla Serie A

Oggi si ricomincia con poche certezze, una è quella nella foto: squadra per squadra, le cose da sapere e il pronostico del Post

di Francesco Marinelli e Giovanni Zagni

JUVENTUS
L’anno scorso: 1ª
L’allenatore: Antonio Conte (Massimo Carrera)
La previsione del Post: 1ª (scudetto)

Dopo gli acquisti dell’estate – Isla e Asamoah che venivano da parecchie stagioni all’Udinese, il giovane Pogba, Sebastian Giovinco – la Juventus è decisamente la favorita. I punti deboli sono l’incognita di quanto peserà l’assenza di Conte in panchina, durante le partite di campionato, e la mancanza di un attaccante esperto in grado di assicurare parecchi gol, almeno sulla carta. Conte è stato squalificato per 10 mesi dalla giustizia sportiva in conseguenza dell’inchiesta su calcio e scommesse.

La squadra ha il suo punto di forza nel centrocampo, con Marchisio, Vidal e Pirlo. Questi c’erano anche lo scorso anno: i nuovi arrivati sono stati pochi ma di gran peso e hanno rinforzato la squadra in tutti i reparti (anche se sul difensore brasiliano Lucio, che viene dall’Inter e giocherà la prima giornata al posto di Chiellini, circola qualche dubbio).

A parte il campo, un altro fatto che sarà importante nel prossimo campionato è che la Juventus da qualche tempo litiga con tutti. Meglio non entrare nel merito delle responsabilità, che sono tante e distribuite, ma negli ultimi giorni ci sono state polemiche fortissime con il Napoli (per la Supercoppa), con la Roma (per le dichiarazioni di Zeman), oltre ai periodici scontri societari tra Inter e Milan a causa di Calciopoli. Fuori dal campo, quindi, aspettiamoci un anno di accuse furiose, insinuazioni, urla e minacce. Ne faremmo volentieri a meno e non è solo colpa della Juventus.

Durante le partite di campionato l’allenatore della Juventus sarà quasi certamente Massimo Carrera, uno dei responsabili delle giovanili (anche il vice di Conte, Angelo Alessio, è stato squalificato). Durante la settimana, però, la squadra è allenata da Conte, cosa permessa dai regolamenti ma che ha già causato qualche polemica. Ci sono alcuni precedenti per questa situazione inusuale: uno è quello di Fabrizio Castori, che allenò il Cesena in Serie B per due campionati, tra il 2004 e il 2006, anche se squalificato.

LAZIO
L’anno scorso: 4ª
L’allenatore: Vladimir Petković
La previsione del Post: 8ª

L’unico altro allenatore straniero del nostro campionato, oltre a Zeman, è il bosniaco Petković, 49 anni, che non ha mai allenato in Italia. Ha invece una lunga esperienza di allenatore in Svizzera, paese di cui ha anche la cittadinanza. Petković ama il calcio offensivo e dice di avere tra i suoi modelli Luciano Spalletti.

La Lazio non ha comprato né venduto quasi nessuno ed è stata probabilmente la società meno attiva del calciomercato di quest’estate: il presidente Claudio Lotito, di cui abbiamo ancora negli occhi l’intervista al Fatto Quotidiano di pochi giorni fa, ha spiegato che ha lavorato soprattutto per non cedere i pezzi migliori della squadra, come il centrocampista brasiliano Hernanes. È tornato alla Lazio anche Zarate, giocatore dalla gran tecnica ma con il difetto di non passare la palla mai, in nessun caso, dopo un anno all’Inter in cui non ha convinto. Molti imputano lo scarso mercato della squadra all’impossibilità di cedere proprio il costoso Zarate.

Secondo quanto ha scritto Il Messaggero al momento del suo arrivo alla Lazio, Petković è soprannominato “il dottore” «per via dell’amore per la cultura, divora libri e ama l’Impressionismo».


« Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Pagina successiva »