• Sport
  • venerdì 24 Agosto 2012

Guida completa alla Serie A

Oggi si ricomincia con poche certezze, una è quella nella foto: squadra per squadra, le cose da sapere e il pronostico del Post

di Francesco Marinelli e Giovanni Zagni

GENOA
L’anno scorso: 17°
L’allenatore: Luigi De Canio
La previsione del Post: 18° (retrocesso)

Il giocatore più forte del Genoa nello scorso campionato poco esaltante, l’argentino Palacio, è stato venduto all’Inter. Al suo posto è arrivato Ciro Immobile, uno dei giocatori migliori del Pescara di Zeman dello scorso anno e capocannoniere della Serie B con 28 gol. Insieme a lui, in attacco, c’è Alberto Gilardino. La difesa è stata cambiata quasi completamente, dopo che lo scorso anno era stata la peggiore del campionato con ben 69 gol subiti.

Per il resto, il Genoa non ha comprato praticamente nessuno. Il presidente Preziosi non nasconde di voler vendere la società: lo scorso anno ci furono grosse contestazioni dei tifosi e l’episodio incredibile degli ultras che costrinsero i giocatori a consegnare le maglie durante una partita. È molto probabile che quest’anno il Genoa lotti fino all’ultimo per non retrocedere e non è detto che ce la faccia.

Quest’anno, tra l’altro, ritorna in Serie A la Sampdoria, altra squadra di Genova: il derby cittadino è molto sentito ed è chiamato nel gergo calcistico italiano “derby della Lanterna”, dall’antichissimo faro portuale di Genova che è uno dei simboli della città.

INTER
L’anno scorso: 6ª
L’allenatore: Andrea Stramaccioni
La previsione del Post: 2ª (Champions League)

L’Inter è un punto interrogativo, ma promette bene. Ha fatto un ottimo acquisto, l’attaccante argentino Rodrigo Palacio dal Genoa, che si muove molto, segna ed è veloce. A centrocampo ha ancora la storica coppia Cambiasso e Zanetti, ma l’arrivo dell’uruguaiano Walter Gargano, in prestito dal Napoli, comincia a far intravedere qualche alternativa di buon livello. Il giovane allenatore Stramaccioni (ha solo 36 anni, meno del capitano Zanetti) conta anche sul ritorno di Philippe Coutinho, che è stato sei mesi all’Espanyol.

Un altro dei principali movimenti del calciomercato italiano è stato lo scambio Pazzini-Cassano, mossa che è sembrata un affare soprattutto per il Milan: Stramaccioni sembra credere molto in lui. L’allenatore dell’Inter è molto apprezzato da calciatori e addetti ai lavori ma, escluse le ultime partite della scorsa stagione, giocate praticamente senza obiettivi né pressioni, è di fatto un completo esordiente.

Il capitano dell’Inter sarà anche quest’anno Javier Zanetti, 39 anni ad agosto. Il record del più anziano a giocare in Serie A è molto lontano (è di Marco Ballotta, con 44 anni) ma con 570 presenze gliene mancano solo 22 per raggiungere il secondo della storia del campionato italiano, Gianluca Pagliuca, dietro al solo Paolo Maldini. Curiosità nella curiosità, Zanetti non segna dal campionato 2007-2008.


« Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Pagina successiva »