Curiosity è arrivato su Marte

Il rover della NASA ha compiuto il delicatissimo atterraggio automatico sul pianeta e sono già arrivate le prime foto

di Emanuele Menietti – @emenietti

7.39 – E in questa immagine c’è anche l’ombra, di Curiosity.

7.36 – La foto conferma che Curiosity è sulle sue ruote.

7.34 – La primissima immagine da Marte, tutto funziona. Grandi applausi al centro di comando NASA.

7.34 – Ora si attendono le prime immagini del rover.

7.33 – Curiosity è regolarmente atterrato su Marte.

7.31 – Curiosity si trova a meno di 4mila metri dal suolo marziano.

7.29 – C’è la conferma: Curiosity rallenta, il paracadute funziona.

7.28 – Il paracadute si è aperto, farà rallentare l’atterraggio.

7.28 – In questo momento è in volo praticamente orizzontale, come quello di un aeroplano.

7.27 – Stando ai dati, Curiosity è in perfetta direzione verso il punto di atterraggio previsto.

7.25 – Facce molto tese al centro di controllo della NASA, è un’operazione rischiosa e costosa: 2,5 miliardi di dollari.

7.25 – Ci siamo.

 

7.22 – Entrerà nell’atmosfera tra due minuti.

7.22 – Il rover viaggia con uno scarto nella rotta di circa 230 metri ed è a 1400 km dalla superficie del pianeta.

7.21 – Curiosity invia regolarmente un segnale, che conferma il suo regolare funzionamento.

7.17 – L’ingresso nell’atmosfera è previsto tra sette minuti.

7.16 – Questo schema mostra efficacemente le varie fasi che Curiosity seguirà prima di arrivare sul suolo di Marte.

7.15 – Il primo stadio di Curiosity si è separato regolarmente, passaggio fondamentale per avviare la discesa sul pianeta.

7.12 – Qui trovate la diretta in streaming.

7.02 – L’avvio dell’ingresso nell’atmosfera è previsto tra 20 minuti circa.

— — —

Tra poco meno di mezz’ora, il robot spaziale (rover) Curiosity della NASA inizierà la propria discesa verso Marte, dopo un viaggio spaziale durato otto mesi e dieci giorni, coprendo una distanza di circa 567 milioni di chilometri. Curiosity, il cui nome completo è Mars Science Laboratory (MSL) ha una massa complessiva pari a 900 chilogrammi ed è il più grande rover mai inviato dalla NASA su Marte. L’operazione di atterraggio avverrà automaticamente nel corso di alcuni stadi e avrà una durata di diversi minuti, definiti “di terrore” dall’ente spaziale americano perché sarà seguita una procedura mai eseguita prima. Se tutto andrà per il meglio, dopo l’atterraggio il rover invierà verso la Terra un primo segnale confermando di essere regolarmente arrivato e di avere i propri sistemi funzionanti.

È l’evento spaziale dell’anno e lo seguiremo in diretta sul Post, raccontandovi che cosa sta succedendo, man mano che le notizie arrivano.

« Pagina precedente 1 2 3 4