La guerra dei brevetti tra Apple e Samsung

E le accuse che ognuna fa all'altra, per punti, in vista dello storico processo che inizia lunedì in California

Che cosa cercherà di dimostrare Samsung

– Samsung si occupa di ricerca e sviluppo nel campo della telefonia mobile da almeno 20 anni, e ha inventato buona parte delle tecnologia usata negli smartphone di oggi. Apple, che è nel mercato della telefonia da pochi anni, non avrebbe potuto vendere nemmeno un iPhone senza i benefici delle tecnologie brevettate da Samsung.

– Apple sta cercando di escludere Samsung dal mercato, sostenendo che Samsung ha usato lo stesso design adottato da Apple, che però fu a sua volta copiato da altri concorrenti, come Sony, per sviluppare l’iPhone. Gli stessi documenti interni di Apple dimostrano questa condizione.

– A differenza dell’immagine che Apple cerca di dare di sé, la società ha ammesso in diversi documenti interni che la sua forza sta non nello sviluppare nuove tecnologie, ma principalmente nel commercializzarle con successo. Samsung non ha bisogno di copiare e fa di tutto per produrre prodotti nuovi e innovativi.

– Prima dell’annuncio del primo iPhone, avvenuto nel gennaio del 2007, Samsung stava già sviluppando numerosi prodotti e modelli con un design simile a quello che ora Apple sostiene le sia stato copiato. La nuova generazione di cellulari fu progettata da Samsung a partire dall’estate del 2006 sulla base dell’andamento del mercato, che chiedeva schermi più grandi. In quell’occasione, i progettisti immaginarono un cellulare semplice, con gli angoli smussati e un grande schermo con un unico tasto.

– Apple ha fatto grande affidamento sulle tecnologie di Samsung per entrare nel mercato dei dispositivi mobili, e usa ancora quelle soluzioni nei suoi iPhone e iPad. Samsung fornisce, per esempio, le memorie e altri chip per gli iPhone. Apple usa anche alcune tecnologie brevettate di Samsung senza averne mai pagato la licenza. Si tratta di sistemi per consentire ai dispositivi di interagire con altri dispositivi di altri produttori e altre soluzioni, che Samsung sviluppò per i propri sistemi.

– Samsung mise a disposizione l’utilizzo in licenza delle tecnologie brevettate per il 3G ben prima che Apple annunciasse di avere in cantiere qualsiasi prodotto che ne richiedesse l’utilizzo. Dopo la messa in vendita di questi prodotti, Samsung offrì un accordo a Apple per usare in licenza le proprie tecnologie, come già facevano altre società, ma Apple si rifiutò di stringere un accordo. A differenza delle altre società del settore, Apple sostiene che i brevetti per quelle tecnologie non possono essere pretesi.

« Pagina precedente 1 2