• Sport
  • martedì 26 Giugno 2012

Cinque grandi Italia-Germania

Rievocazione di partite leggendarie, per prepararsi adeguatamente a giovedì

Germania-Italia 0-0Manchester, 19 giugno 1996
Partita del girone C degli Europei 1996, in Inghilterra. La Germania aveva già battuto la Repubblica Ceca, senza sapere che l’avrebbe incontrata di nuovo in finale, e la Russia. L’Italia aveva vinto contro la Russia e perso contro la Repubblica Ceca. L’Italia, allenata da Arrigo Sacchi, si giocava il passaggio ai quarti di finale. Ottenne un calcio di rigore dopo sette minuti di gioco offensivo, che Zola sbagliò. Attaccò per il resto della partita, inutilmente. Nel frattempo la Russia, che perdeva 0-2 contro la Repubblica Ceca, rimontò fino a 3-2, risultato che permetteva comunque all’Italia di qualificarsi. Poi segnò Smicer, tre a tre. Germania e Repubblica Ceca ai quarti di finale, Italia eliminata.

Germania-Italia 0-2Dortmund, 4 luglio 2006
Semifinale dei mondiali di calcio, la Germania in casa, l’Italia gioca meglio ma non segna. Ai tempi supplementari l’Italia attacca e colpisce due pali, a un certo punto i rigori sembrano inevitabili. Poi Andrea Pirlo si inventa un passaggio di quelli definiti no look, senza guardare, e Fabio Grosso segna il gol della vita, al 119′. Un minuto dopo Fabio Cannavaro interrompe un’azione d’attacco della Germania rincorrendo un calciatore tedesco fino a centrocampo, “via il contropiede per Totti, dentro il pallone per Gilardino, Gilardino la può tenere anche vicino alla bandierina, cerca l’uno contro uno, Gilardino, dentro Del Piero, Del Piero, gol” (cit.).

« Pagina precedente 1 2