• Sport
  • domenica 13 Maggio 2012

Campioni che se ne vanno

Oggi otto grandi giocatori di Serie A giocheranno, molto probabilmente, la loro ultima partita in Italia: c'è un gran un video per ciascuno

Gianluca Zambrotta
È stato uno dei terzini italiani più forti e continui degli ultimi anni, anche se all’inizio della sua carriera giocava come attaccante. Poi, col tempo, è diventato centrocampista e infine è stato adattato a difensore. Nato a Como nel 1977, è diventato famoso con la Juventus, squadra che ha lasciato nel 2006 dopo lo scandalo detto Calciopoli, per andare al Barcellona. Dopo la Coppa del Mondo vinta con l’Italia e due anni in Spagna, è tornato al Milan per vincere lo scudetto del 2010-2011. Una delle caratteristiche fondamentali di Zambrotta è stata la sua velocità ben abbinata alla forza fisica. Anche lui ancora non sa che cosa farà, dopo l’ultima partita con il Milan che giocherà oggi.

L’ultimo gol di Gianluca Zambrotta è stato segnato proprio quest’anno, contro il Catania in casa, in una partita vinta dal Milan per 4-0.

Iván Ramiro Córdoba
Nato in Colombia nel 1976, Iván Córdoba è stato un difensore che ha giocato per molti anni nell’Inter, sin dal 2000. Difensore roccioso, si è distinto in questi anni soprattutto per la sua grande velocità. Con l’Inter ha vinto cinque scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe Italiane, una Champions League e un Mondiale per club. Il 5 maggio 2012 Córdoba ha annunciato il suo addio all’Inter al termine della stagione e il giorno dopo, in occasione del derby contro il Milan vinto per 4-2, è entrato in campo al posto di Sneijder, concedendo il suo ultimo saluto allo stadio di San Siro. Anche il suo futuro sembra molto incerto.

Uno dei (pochi) gol più belli di Córdoba è stato il 30 novembre 2008, quando ha segnato una rete molto importante per lo scudetto dell’Inter di quell’anno, contro il Napoli, in casa.

Clarence Seedorf
Olandese, nato in Suriname nel 1976, Clarence Clyde Seedorf è stato uno dei centrocampisti europei più forti degli ultimi anni. Dotato di un’ottima tecnica e di un gran tiro dalla distanza, Seedorf, che negli ultimi dieci anni ha giocato con il Milan, ha vinto tutto nella sua carriera, tanto che detiene persino il record di quattro Champions League (il maggior torneo di calcio europeo) con tre squadre diverse (Ajax, Real Madrid e due volte con il Milan). Seedorf, che parla sei lingue (olandese, inglese, italiano, portoghese, spagnolo e surinamese), in Italia ha giocato anche con Inter e Sampdoria. Non sa ancora che cosa farà nei prossimi mesi, anche se si è parlato molto di un trasferimento in Brasile.

Il 21 febbraio 2004, il Milan vinse per 3-2 un derby decisivo per lo scudetto di quell’anno grazie a un gol straordinario proprio di Seedorf, a pochi minuti dalla fine di una partita in cui l’Inter era stata in vantaggio per 2-0.

« Pagina precedente 1 2 3 Pagina successiva »